dalla Home

Perchè Comprarla

pubblicato il 20 gennaio 2018

Dossier #perchécomprarla

Infiniti QX30, perché comprarla… e perché no

Design inconfondibile, dettagli curati e doti da grandi stradista, ma è più adatta a quattro che a cinque persone

Galleria fotografica - Infiniti QX30, perché comprarla… e perché noGalleria fotografica - Infiniti QX30, perché comprarla… e perché no
  • Infiniti QX30, la nostra prova - anteprima 0
  • Infiniti QX30, la nostra prova - anteprima 1
  • Infiniti QX30, la nostra prova - anteprima 2
  • Infiniti QX30, la nostra prova - anteprima 3
  • Infiniti QX30, la nostra prova - anteprima 4
  • Infiniti QX30, la nostra prova - anteprima 5

Se per crossover si intende una versione "suvvizzata" di una classica berlina a cinque porte, allora l’Infiniti QX30 è uno dei migliori esempi sul mercato. Deriva infatti dalla più borghese Q30 ma aggiunge un’altezza maggiorata (20 cm), una trazione integrale intelligente e un look che strizza l’occhio a chi ama il mondo dei fuoristrada. Il tutto senza dimenticare l’anima premium del marchio, che si traduce in tanta ricercatezza.

Pregi e difetti

Difficile da confonderla con qualsiasi altra auto, la QX30 è nata dalla matita di Alfonso Albaisa e ha una linea estremamente personale, con superfici che sembrano intagliate e tanta grinta che deriva dalla calandra anteriore, dai grandi passaruota e dagli sbalzi ridotti. Dentro lo stile è personale ma non per questo meno curato, e infatti materiali di pregio sono ben accoppiati per rendere l’abitacolo un piccolo salotto, meglio se vissuto in quattro. Peccato per il sistema d’infotainment che, nonostante sia facile da usare con touch, tasti e rotore, inizia a mostrare il peso degli anni. Su strada, la QX30 si rivela più coinvolgente di quanto lasci immaginare: i 1.800 kg si sentono un po’ in inserimento ma il rollìo è poco e il cambio DCT a sette rapporti, se messo in modalità Sport, spreme tutta la grinta dei 170 CV del 2.2 diesel di questa prova.

Quanto costa

Il listino parte da poco più di 40.000 euro per il 2.2 diesel in versione Premium, che comprende di serie il cambio DCT e la trazione integrale intelligente (ripartisce fino al 50% della coppia all’assale posteriore quando è necessario). Per la Premium Tech bisogna aggiungere quasi 5.000 euro. A quel punto restano solo due pacchetti disponibili, tra cui quello Sicurezza che per 2.000 euro aggiunge Cruise Control adattivo, allarme per l’angolo cieco e l’Around View Monitor, consigliatissimo per semplificarsi la vita di tutti i giorni. Se invece preferite il 2 litri a benzina da 211 CV, il prezzo base è di poco inferiore ai 42.000 euro.


Se volete provare anche voi la QX30 o gli altri modelli della gamma Infiniti, basta premere qui.

Autore:

Tag: Perchè Comprarla , Infiniti


Top