dalla Home

Attualità

pubblicato il 8 gennaio 2018

Bollo auto, dopo 8 anni arriva il rimborso del 60% per i terremotati in Molise

Gli automobilisti interessati sono migliaia ma devono aver fatto domanda entro il 31 marzo 2010

Bollo auto, dopo 8 anni arriva il rimborso del 60% per i terremotati in Molise

La parola “terremotati” in Italia fa subito pensare al sisma del 24 agosto 2016 nelle regioni del Centro, ma di situazioni ancora in bilico ce ne sono tante. L’ultima in ordine cronologico che riguarda la questione automobilistica si riferisce al Molise, dove tra il 31 ottobre e il 2 novembre 2002 ci fu uno sciame di scosse sismiche che arrivò alla magnitudo di 5,7 gradi con effetti corrispondenti all'VIII-IX grado della scala Mercalli. Dopo ben otto anni dall’accaduto è arrivata la notizia che la Regione Molise rimborserà del 60% i bolli auto pagati tra il 2003 e il 2008. Possono accedervi sia i privati che le imprese, però solo ad alcune condizioni. Ecco quali.

Chi ha diritto ad essere rimborsato

L’epicentro del terremoto in Molise del 2002 è situato in provincia di Campobasso tra i comuni di San Giuliano di Puglia, Colletorto, Bonefro, Castellino del Biferno e Provvidenti. Possono quindi essere rimborsati gli automobilisti residenti nei comuni di Bonefro, Casacalenda, Castellino del Biferno, Colletorto, Larino, Montelongo, Montorio nei Frentani, Morione del Sannio, Provvidenti, Ripabottoni, Rotello, San Giuliano di Puglia, Santa Croce di Magliano e Ururi. C’è una condizione però: riceveranno il rimborso solo coloro che hanno già fatto richiesta entro il 31 marzo 2010.

La procedura da seguire

La procedura da seguire prevede la compilazione di un apposito modello predisposto dalla Regione che è possibile richiedere direttamente al Comune o scaricare qui sotto.

 

Autore:

Tag: Attualità , bollo auto


Top