dalla Home

Attualità

pubblicato il 4 gennaio 2018

Volkswagen e Aurora, una partnership per la guida autonoma

Il Costruttore tedesco e la società di Palo Alto collaboreranno per sviluppare al massimo e integrare nelle auto il sistema SDS

Volkswagen e Aurora, una partnership per la guida autonoma
Galleria fotografica - Volkswagen Group Sedric, la concept vista da vicinoGalleria fotografica - Volkswagen Group Sedric, la concept vista da vicino
  • Volkswagen Group Sedric, la concept vista da vicino - anteprima 1
  • Volkswagen Group Sedric, la concept vista da vicino - anteprima 2
  • Volkswagen Group Sedric, la concept vista da vicino - anteprima 3
  • Volkswagen Group Sedric, la concept vista da vicino - anteprima 4
  • Volkswagen Group Sedric, la concept vista da vicino - anteprima 5
  • Volkswagen Group Sedric, la concept vista da vicino - anteprima 6

Il Gruppo Volkswagen definisce i suoi obbiettivi per il futuro e fissa il traguardo di diventare uno dei Costruttori (se non il primo) più avanzati nella guida autonoma, attraverso il suo sistema SDS sviluppato nell’ambito del programma TOGHETER-Strategy 2025. Un programma ambizioso sottolineato dal capo degli ingegneri digitali del Gruppo, Johann Jungwirth che ha dichiarato: "La nostra visione è: mobilità per tutti, con la sola pressione di un pulsante". In pratica poter offrire la possibilità di spostarsi anche per lunghe distanze a chiunque oggi non ne abbia: bambini, anziani, ipovedenti, malati. La citazione pressione di un pulsante è una metafora per indicare la semplicità con cui, un domani, si potranno utilizzare assistenti virtuali o sistemi autonomi per spostarsi in ambito cittadino o le integrazioni fra GPS e guida autonoma per tragitti più lunghi, come nel vero e proprio Volkswagen OneButton.

La tecnologia della guida autonoma, dunque, per Volkswagen è destinata, in un prossimo futuro, a diventare il fulcro della mobilità personale. La collaborazione con Aurora, pioniera di questi sistemi (anche Hyundai ha annunciato una collaborazione con la società di Palo Alto) darà un’ulteriore spinta al lavoro di sviluppo del sistema SDS integrandolo con le tecnologie di Aurora come: sensori, hardware, software, schemi di apprendimento e Tecnologia AI. Dopo aver raggiunto il giusto grado di maturità e di sicurezza in ambito urbano, infatti, si dovrebbero poter utilizzare in tutti i veicoli del Gruppo agevolando anche le applicazioni connesse alla guida senza conducente. Un esempio è nel prototipo SEDRIC, che potrebbe trasformarsi in un concreto esempio di navetta senza conducente o furgone di consegna autonomo.

Autore:

Tag: Attualità , Volkswagen , guida autonoma , auto europee , auto elettrica


Top