dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 aprile 2008

Chrysler - Nissan: un accordo per crescere

Il Marchio americano debutterà con un'utilitaria prodotta in Giappone

Chrysler - Nissan: un accordo per crescere

Rivoluzione delle alleanze nel mondo dell'automobile. Chrysler e Nissan hanno annunciato un accordo di collaborazione che prevede la condivisione dei componenti e lo sviluppo di piattaforme in comune. Ma al di là della retoriche si tratta di un accordo storico che permette al Gruppo di guidato da Carlos Ghosn di trovare quell'alleato americano che tanto cercava, al punto che qualche tempo fa le indiscrezioni davano per certa la collaborazione con General Motors. Poi le cose sono andate diversamente. Sull'altro fronte opposto il divorzio di Chrysler da Daimler ha costretto il management a rompere "l'isolamento" per seguire nuove strade, soprattutto in Europa dove la gamma del Marchio americano è composta per lo più da SUV e fuoristrada, veicoli che in tempi di recessione non è facile vendere, neanche quando l'Italia è il primo mercato dopo gli Usa.

Le novità più interessanti arrivano proprio dal Vecchio Continente: Nissan produrrà nella fabbrica di Oppama in Giappone una nuova vettura del segmento B, progettata e disegnata dalla Chysler, e destinata al mercato europeo, a quello nordamericano e agli altri mercati mondiali. Per ora si sa soltanto che sarà costruita su una piattaforma inedita e che non deriverà da quella concept ultracompatta, la Hornet, presentata due anni fa. Negli stabilimenti delle Casa di Auburn Hills a Saltillo (Messico), invece, si assembleranno nuovi pick-up per i giapponesi che saranno commercializzati nel 2011. Un accordo simile era stato siglato a gennaio ma era limitato al Sud America, mentre a livello di componenti i rapporti tra i due produttori vanno avanti dal 2004 con la fornitura di trasmissioni da parte della casa giapponese a quella statunitense. Ma la portata del nuovo accordo è di natura ben più grande visto che permetterà a Chrysler di avere un auto "piccola" per un competere sul palcoscenico europeo, dove il segmento B vale ogni anno 3.9 milioni di veicoli, pari al 28% del mercato, in Sud America la percentuale sale fino al 53%, e se negli Stati Uniti vale soltanto il 3% gli ultimi dati dimostrano una forte crescita (+13%) e un nutrito gruppo di produttori che schierano in campo Chevolet Aveo, Honda Fit, Hyundai Accent, Toyota Yaris e Kia Rio.

"Scegliere le giuste strategie è di fondamentale importanza - ha dichiarato Tom LaSorda presidente di Chysler - È anche un modo per sfruttare al meglio i punti di forza di questa società, come la capacità di risposta rapida e creativa alle opportunità che si presentano." "A gennaio avevamo dichiarato che avremmo continuato a cercare altre possibilità di collaborazione nel settore produzione con la Chrysler" dice Carlos Tavares -Vicepresidente Esecutivo della Nissan Motor Company - "Questo ultimo accordo fa leva sulla capacità, che Nissan ha ampiamente dimostrato nel tempo, di concludere scambi di prodotti vincenti con una molteplicità di produttori nel mondo".

Autore:

Tag: Mercato , Nissan , produzione


Top