dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 15 aprile 2008

Lotus Eagle 2+2: debutto vicino

La Coupé 2+2 sarà presentata al Salone di Londra

Lotus Eagle 2+2: debutto vicino

Cresce l'attesa. Il bello di un'auto sportiva inglese consiste nella sua natura pura e genuina, in cui non sono necessarie centinaia di cavalli per fare la felicità di un'amante della guida sportiva. Il principio, che fu sancito da Colin Chapman 60 anni fa, è chiaro: bisogna lavorare sul peso per ottenere il meglio delle prestazioni.

SPORTIVITA' AUTENTICA
Lotus, forte di questo principio, si è da sempre imposto come il marchio ambasciatore nel mondo di un "certo" modo di costruire vetture, che ha influenzato tutti gli altri costruttori britannici che oggi vantano una nomea internazionale tra chi è alla ricerca di sensazioni speciali, senza compromessi. Non c'è dubbio, infatti, che le sportive moderne siano scese a patto, nel tempo, con le sempre più pressanti esigenze del mercato in termini di comfort, dotazione, rumorosità, versatilità. Al punto che oggi, se si volesse fare un confronto tra una sportiva "continentale" (Porsche, Ferrari, Maserati, Lamborghini) e una inglese (Lotus, TVR, Noble, Caterham, Marcos, Ginetta, Mosler) sarebbe sbagliato avere la pretesa di cercare "la migliore": un'auto sportiva fabbricata in Inghilterra, seguendo i dettami e la filosofia degli Anni 50, 60 o 70 è, semplicemente, una macchina "completamente diversa dalle altre".

NOVITA' LOTUS
Le Lotus moderne, ben più confortevoli e rifinite di altre auto prodotte in Gran Bretagna, non hanno mai rinnegato la loro natura ma, anzi, ne hanno fatto un paradigma che oggi è Vangelo: l'Elise, l'Exige, l'Europa ti descrivono quello che sanno fare dal primo istante in cui "scendi" al posto guida, dove tutto è chiaro e lampante: telaio a vista, posizione di guida infossata e raccolta, plancia essenziale, rumorosità accentuata, pochi (se non completamente assenti) sistemi di sicurezza attiva e un carattere selvatico che ti azzera la salivazione ma se sai come si fa, ti conquista definitivamente. La stessa formidabile sensazione si appresta a decantarla la nuovissima Eagle, della quale ormai conosciamo piuttosto approfonditamente le pur non definitive forme, ma che ci vengono suggerite ampiamente dal prototipo M250 di qualche anno fa.

In attesa di essere presentata al prossimo Salone dell'Auto di Londra (dal 23 luglio all'8 agosto prossimi) la coupé Lotus continua incessantemente i test. La grande novità consisterà nel fatto di essere una 2 + 2 caratteristica insolita per una Lotus moderna. Molto simile all'Europa (ma con il passo allungato), sviluppata sulla piattaforma della Elise, sarà una vettura molto più "pratica" e "versatile" rispetto alle sorelle. Sarà equipaggiata con un 6 cilindri a V di 3.5 litri di derivazione Toyota.

Scegli Versione

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Anticipazioni , Lotus


Top