dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 gennaio 2018

Legge di Bilancio 2018, le novità per i trasporti

Dalle smart road alla manutenzione delle strade provinciali, che cosa cambia

Legge di Bilancio 2018, le novità per i trasporti

La Legge di Bilancio 2018 contiene importanti novità anche per i trasporti. In particolare, è autorizzata la sperimentazione su strada delle soluzioni smart road, di guida connessa e autonoma. Il Ministero dei Trasporti, entro 30 giorni, individua le modalità attuative e gli strumenti operativi della sperimentazione: la misura ha un primo finanziamento di due milioni di euro in due anni. Sempre in materia di sicurezza stradale, è stato approvato un fondo da un miliardo e 620 milioni di euro in sei anni, tutti immediatamente impegnabili per la manutenzione e per il ripristino della rete stradale provinciale. Le risorse saranno ripartite entro fine gennaio di quest’anno con decreto del Ministro dei Trasporti: ciascuna Provincia avrà un budget per programmare e progettare interventi prioritari, mentre il ministero monitorerà la realizzazione degli interventi e verranno revocati i finanziamenti non utilizzati.

Contro i taxi abusivi

La Legge di Bilancio 2018 proroga i termini per consentire di proseguire la riforma complessiva del settore. Slitta al 31 dicembre di quest’anno la data ultima per l’emanazione del decreto interministeriale (Trasporti e Sviluppo economico) previsto dalla Legge 22 maggio 2010, numero 73, in materia di autoservizi pubblici non di linea (taxi e noleggio con conducente). Il decreto interministeriale ha la finalità di rideterminare i princìpi fondamentali della disciplina: impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio di taxi e del servizio di NCC (Noleggio Con Conducente).

Assunzioni in Motorizzazione

Il Ministero dei Trasporti assicura che ci saranno “nuove forze per la realizzazione e attuazione dei progetti con quasi 500 persone”, per affrontare “le difficoltà generate dalla mancanza di personale degli anni scorsi a Motorizzazioni e Provveditorati”. Permessa l’assunzione di 270 persone per il ministero, di cui 200 per il Dipartimento Trasporti e Motorizzazione, 70 al dipartimento Infrastrutture e Consiglio superiore dei Lavori pubblici. Per le Motorizzazioni civili, al fine di assolvere parzialmente alla cronica carenza di personale, sono state autorizzate le assunzioni di 100 persone: 40 nel 2018, 30 nel 2019 e 30 nel 2020. Così da evitare problemi come i ritardi nel rilascio dei documenti.

Superammortamento per comprare veicoli

È prevista anche la proroga di un anno del superammortamento al 130%, inclusi i veicoli industriali, per autotrasporto merci e trasporto pubblico locale. L'obiettivo è quello di favorire il rapido rinnovo del vetusto parco mezzi italiano, in una logica di sostenibilità ambientale e maggiori standard di sicurezza. C’è anche il finanziamento (dal 2019 fino al 2033) di progetti sperimentali innovativi di mobilità sostenibile con mezzi ad alimentazione alternativa, proposti da comuni e città metropolitane, fino a 100 milioni di euro annui.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , codice della strada


Top