dalla Home

Attualità

pubblicato il 14 aprile 2008

Distributori a idrogeno in Puglia

E' la prima rete che utilizza idrometano per le vetture bifuel

Distributori a idrogeno in Puglia

Sorgerà in Puglia la prima rete distribuzione dell'idrogeno prodotto da fonti rinnovabili. A dare l'annuncio sono stati stati il Ministro dell'ambiente Pecoraro Scanio, il presidente della Regione Nichi Vendola e Jeremy Rifkin, l'economista americano che da anni profetizza un'economia a idrogeno. Il progetto è ambizioso e prevede la realizzazione di una rete di distributori per rifornire di carburante "zero emission" i veicoli.
In realtà non sarà idrogeno puro, ma di una miscela con il metano che può essere digerita senza troppe modifiche anche da gli attuali propulsori bifuel. E poi a certificare la sua provenienza ci sono gli impianti solari e le pale eoliche, da cui si ricava l'energia elettrica che poi serve a produrre idrogeno attraverso l'elettrolisi. Rifkin ha parlato "di carburante regalato dal sole e dal vento" sottolineando l'importanza del progetto non solo a livello italiano ma anche mondiale.

Tra i pochi paesi che stanno sviluppando reti a idrogeno, nessuno ha dispone di quello prodotto esclusivamente dalle rinnovabili. E già il prossimo mese saranno avviati i lavori per la costruzioni di 5 stazioni di rifornimento di idrometano, una miscela composta per il 70% da metano e per il 30% da idrogeno.

Come dimostrano gli ultimi dati sulle immatricolazioni, il mercato delle auto "ecologiche" è in forte crescita: nel 2007 i dati parlano di 64.485 auto nuove a metano, il 132% in più rispetto alle 27.823 del 2006, grazie agli ecoincentivi. Ma complessivamente l'Italia è il primo mercato al mondo con più di seicentomila vetture alle quali si vanno ad aggiungere quelle a Gpl.

Autore: Davide Barcarelli

Tag: Attualità


Top