dalla Home

Test

pubblicato il 9 dicembre 2017

Dossier #perchécomprarla

BMW X3, perché comprarla… e perché no

Grande ma non troppo, ha contenuti da auto di categoria superiore. Ma si fa pagare cara

Galleria fotografica - Nuova BMW X3 M40iGalleria fotografica - Nuova BMW X3 M40i
  • Nuova BMW X3 M40i - anteprima 1
  • Nuova BMW X3 M40i - anteprima 2
  • Nuova BMW X3 M40i - anteprima 3
  • Nuova BMW X3 M40i - anteprima 4
  • Nuova BMW X3 M40i - anteprima 5
  • Nuova BMW X3 M40i - anteprima 6

In principio fu la X5, ma dopo pochi anni è arrivata anche la sorella più piccola, la BMW X3, con dimensioni ridotte ma contenuti da "grande". E la formula è rimasta la stessa anche con questa sua terza generazione, che eredita tutta la tecnologia, il design e la qualità degli ultimi modelli BMW concentrandoli in una carrozzeria muscolosa ma non troppo e con ingombri che in città sono ancora gestibili.

Pregi e difetti

Meno "di rottura" rispetto alla sua prima generazione, la X3 del 2017 è più convenzionale ma proprio per questo equilibrata nelle forme e nelle proporzioni. Mascherina allargata e sbalzi ridotti la fanno apparire dinamica, specialmente con la cura estetica del pacchetto M Sport di questa prova. Dentro, design curato e materiali di alta qualità sono quello che ci si aspetta da una BMW di questo livello: ogni dettaglio è stato progettato per il massimo dell’ergonomia e del benessere a bordo, e da questo punto di vista sorprende un po’ che non sia possibile regolare l’altezza delle cinture di sicurezza. In quattro comunque è un gran bel viaggiare, sia per il comfort che per il motore, mai rumoroso ma sempre pronto a reagire e perfettamente abbinato all'automatico a 8 marce della ZF. In cinque invece la storia cambia, perché il tunnel centrale dietro è davvero ingombrante. La X3 si conferma comunque una vera BMW per quanto riguarda le doti dinamiche: reattiva ai comandi, non si corica in curva e in più la si può "personalizzare" nelle risposte andando ad intervenire sui parametri delle diverse modalità di guida.

Quanto costa

Si sa, quando si tratta di auto premium tedesche, il budget da considerare per acquistarle è sempre piuttosto alto. La BMW X3 non fa eccezione, con prezzi che partono da 48.000 euro per la versione con 2 litri turbobenzina da 184 CV, mentre per il 2.0 diesel da 190 CV di questa prova si parte da almeno 50.000 euro. Salire di prezzo con allestimenti e optional da ordinare a parte (che sono sempre tanti e molti di questi irrinunciabili su un’auto di questo livello) è davvero facile, e infatti l’esemplare della nostra prova si riesce a portare a casa solo con circa 75.000 euro.

Scegli Versione

Autore:

Tag: Test , Bmw , auto europee


Top