dalla Home

Mercato

pubblicato il 8 aprile 2008

BMW e MINI in controcorrente rispetto al mercato

Marzo da record nonostante il crollo delle immatricolazioni

BMW e MINI in controcorrente rispetto al mercato

In un contesto economico che ha visto il mercato dell'automobile in Italia crollare del 18% a marzo, BMW Group ha segnato risultati positivi sia per il marchio BMW che per quello MINI. Le vendite di automobili BMW si sono mantenute in linea con quelle dello scorso anno grazie alla consegna di 8.081 unità (8.030 nel marzo 2007), mentre il trend di crescita MINI, trainato dalla Clubman, è proseguito. A marzo sono state immatricolate 2.120 MINI, in crescita del 60% rispetto allo stesso mese del 2007 (1.322 unità).

Nello stesso periodo, le vendite di BMW Group nel mondo hanno raggiunto quota 153.184 unità (+8,2%), un dato che rappresenta il miglior risultato mai conseguito dall'azienda in un solo mese. Il marchio BMW ha consegnato 126.406 unità (+5,3%), Rolls-Royce 85 unità (+70,0%) e MINI 26.693 unità (+24,4%), un dato, quest'ultimo, che rappresenta per il marchio un vero e proprio record mensile di vendita che l'azienda punta a sottolineare con l'ambizioso obiettivo di raggiungere entro la fine dell'anno quota 240.000 MINI consegnate.

Dati alla mano, il Gruppo ha venduto in Italia nel primo trimestre dell'anno 26.264 vetture, in crescita del 7% rispetto al 2007 (24.531 unità). Nello stesso periodo, le vendite del BMW Group a livello globale sono aumentate del 5,7% al 2007, con la consegna di 351.787 unità contro le 332.933 dell'anno passato. In particolare, il marchio BMW ha segnato nei primi tre mesi dell'anno una crescita pari ad un +2,7%, ovvero 7.710 unità in più rispetto allo stesso periodo del 2007. MINI ha fatto registrare un incremento del 23,6% con 58.054 auto vendute (contro le 46.980 del 2007), mentre Rolls-Royce ha consegnato ai clienti 183 automobili (+61,9%).

Nel primo trimestre, le vendite in Germania sono aumentate del 6,7% grazie alla consegna di 4.031 unità in più rispetto all'anno passato, ovvero 64.230 vetture in totale. Il maggiore mercato per il Gruppo, nonostante una flessione del -9,2%, si è confermato quello americano. Negli Stati Uniti il BMW Group ha venduto 68.529 veicoli e la società prevede che il prossimo lancio in questo mercato di nuovi modelli, come le BMW Serie 1 Coupé e Cabrio, la BMW X6 e le versioni diesel delle BMW Serie 3 e X5, darà una spinta alle vendite nella seconda metà dell'anno.

Oltre alla Germania, anche gli altri mercati europei hanno mostrato una crescita regolare delle vendite nel primo trimestre del 2008. In Portogallo sono state consegnate 2.860 unità (+29,2%), in Francia 16.752 unità (+23,7%), in Gran Bretagna e Irlanda 45.210 unità (+6,9%). Paesi con una crescita superiore alla media nel primo trimestre sono l'India, con un aumento di oltre l'800% con 862 unità (contro le 87 del 2007); la Russia, con un +40% ottenuto grazie alla consegna di 4.211 vetture; la Cina, con un aumento del 43,2% (14.574 immatricolazioni) e la Corea del Sud, con una crescita del 37,1% (2.380 auto vendute).

Autore:

Tag: Mercato , Bmw , immatricolazioni


Top