dalla Home

Curiosità

pubblicato il 29 novembre 2017

Dossier Salone di Los Angeles 2017

Chevrolet Corvette ZR1 Convertible, mandrie di cavalli scatenati

Al Salone di Los Angeles debutta la variante cabriolet della Corvette più potente. I suoi numeri sono da brivido

Chevrolet Corvette ZR1 Convertible, mandrie di cavalli scatenati
Galleria fotografica - Chevrolet Corvette ZR1 ConvertibleGalleria fotografica - Chevrolet Corvette ZR1 Convertible
  • Chevrolet Corvette ZR1 Convertible - anteprima 1
  • Chevrolet Corvette ZR1 Convertible - anteprima 2
  • Chevrolet Corvette ZR1 Convertible - anteprima 3
  • Chevrolet Corvette ZR1 Convertible - anteprima 4
  • Chevrolet Corvette ZR1 Convertible - anteprima 5
  • Chevrolet Corvette ZR1 Convertible - anteprima 6

Se amate così tanto il sound del V8 sovralimentato della Corvette ZR1 da volerlo sempre sentire “al naturale”, allora la variante Convertible è quella che fa per voi. Quest'auto è una delle star del Salone di Los Angeles e le sue radici affondando nella storia della Corvette, visto che era dal 1970 che una ZR1 non veniva proposta con carrozzeria convertibile. Arriverà sul mercato americano durante la prossima primavera, con un aggravio di prezzo rispetto alla coupé di soli 4.000 dollari, per un listino di 123.995 dollari tasse escluse. Il pacchetto estetico è il medesimo della versione chiusa, inclusa la vistosa ala posteriore - parte del pacchetto Performance - che rappresenta una rarità su una cabriolet, ma del resto la ZR1 è il modello più estremo della gamma Corvette, come ha ripetuto il boss Chevrolet Mark Reuss durante la prsentazione “Questa è una supercar di tutto rispetto e ci sono poche auto al mondo che possono sfidarla, dando al contempo la possibilità di guidare a cielo aperto”.

Solo 27 kg in più

Del resto con 755 CV generati dal V8 LT5 sovralimentato c'è poco da scherzare, così come con la coppia da rimorchiatore di 969 Nm. Ma prima di parlare di prestazioni assolute occupiamoci del telaio, vero cruccio di ogni cabriolet in quanto meno rigido della coupé di derivazione. Chevrolet assicura che lo spaceframe di alluminio è stato progettato sin dall'inizio pensando anche alla versione aperta tanto che non sono stati necessari particolari rinforzi, ma solo il riposizionamento degli attacchi delle cinture e la creazione del vano per la capote di tela, che peraltro si può azionare anche da remoto o durante la guida fino a 45 km/h. Anche per questo l'aumento di peso è stato di soli 27 kg, tutti dovuti al meccanismo di apertura/chiusura della capote e al suo alloggiamento.

Da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi

Così non c'è da stupirsi se la ZR1 Convertible conferma le stesse identiche prestazioni della coupé, con una velocità massima di ben 341 km/h, uno scatto da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi e il famoso quarto di miglio bruciato in meno di 10 secondi, con il cambio automatico a 8 marce. Si, perché sulla Corvette si può scegliere anche il manuale a 7 rapporti. Questa Corvette, dunque, è un'auto da veri appassionati ed è stata pensata anche per un uso prolungato in circuito visto il totale di 13 radiatori che raffreddano il poderoso powetrain - cambio e differenziale inclusi - che include il compressore volumetrico da ben 2,65 litri di capacità. Infine, per la ZR1 i tecnici americani hanno sviluppato uno scarico specifico che ha ben quattro settaggi: Stealth, Tour, Sport e Track. Nel primo la ZR1 è addirittura più silenziosa di una Z06, per la gioia dei vicini, mentre nell'ultimo il sound è praticamente libero, come se fosse un'auto da gara. Cosa volere di più?

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Chevrolet , auto americane , los angeles


Top