dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 8 aprile 2008

Il Camion della spazzatura? E' ibrido

Volvo produrrà mezzi pesanti diesel-elettrici dal 2009

Il Camion della spazzatura? E' ibrido

E' entrato in servizio nella lontana Svezia il primo mezzo ibrido per la raccolta rifiuti. Frutto della divisione veicoli pesanti della Volvo, il mezzo ha un motore diesel e un altro elettrico da 120 kw che serve ad azionare il pianale di carico e per accelerare fino a 20 km/h. "Questo test - ha spiegato Staffan Jufors presidente e Ceo di Volvo Trucks - è l'ultimo prima del passaggio alla produzione. Da quando abbiamo presentato il primo prototipo nel 2006 l'interesse del mercato è cresciuto tantissimo".

Dalle catene di montaggio della Casa svedese i primi truck ibridi usciranno già nel 2009. Lo schema è quello dell'ibrido classico ma a causa delle dimensioni le differenze sono molte rispetto ad un'automobile: il propulsore diesel 7 litri che lo alimenta si spegne automaticamente ad ogni sosta per poi riaccendersi in fase di marcia. L'energia dissipata durante le frenate viene immagazzinata dalle batterie: si tratta di una componente fondamentale perchè i mezzi della raccolta rifiuti effetuano continuamente soste e ripartenze e in questo modo risparmiano una notevole quantità di carburante. Secondo la Volvo i consumi sarebbe inferiori del 20% rispetto ad un camion normale, così come le emissioni di ossidi di azoto. Ma non è tutto: perchè grazie a un kit di batterie supplementari il sistema elettrico principale può essere ricaricato nei depositi, prima di iniziare il turno.

Inoltre la tecnologia ibrida ha indubbi vantaggi sul piano acustico: a basse velocità quando è in funzione il motore elettrico, il rumore sarebbe quasi nullo. Prima di applicare ai Tir il modulo ibrido Volvo prevede una diffusione sui mezzi di lavoro e su quelli impiegati in città, dove le le emissioni e consumi si riducono sensibilmente. " Questa tecnologia-spiega Mats Franzén manager di Volvo Truck - sarà fondamentale per affrontare le sfide ambientali. Non importa quale sarà il tipo di carburante più diffuso, quel che è certo è che la sua disponibilità sarà limitata" .

[Via H2roma.org]

Autore: Davide Barcarelli

Tag: Curiosità , Volvo , mobilità sostenibile , auto elettrica , inquinamento , auto ibride


Top