dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 7 aprile 2008

Gli Archimede dell'automobile

Le invenzioni da tutto il mondo in mostra a Ginevra

Gli Archimede dell'automobile
Galleria fotografica - Le invenzioni dell'auto presentate a GinevraGalleria fotografica - Le invenzioni dell'auto presentate a Ginevra
  • O\'Brien David e Richkard Justin (Australia) - anteprima 1
  • Polutnik Aleksander  (Slovenia) - anteprima 2
  • Rafiei Monoochehr (Iran)  - anteprima 3
  • Lopez Rodriguez Guillermo (Spagna)	   - anteprima 4

Nelle idee di alcuni inventori si nasconde il futuro dell'innovazione, anche di quella automobilistica. Ogni anno le menti più eccellenti del pianeta si riuniscono a Ginevra in occasione della più grande manifestazione internazionale dedicata a questo tema: l'International Exhibition of Inventions. L'evento si è appena concluso e tra le varie proposte che hanno fatto scalpore nel mondo della tecnologia abbiamo pensato di proporvi una rapida carrellata di quelle più bizzarre che sono legate al mondo dell'automobile. Idee collaudate e brevettate, ma in attesa di un'eventuale produzione.

STAY-PUT
L'intuizione è semplice: fare in modo che il dispositivo di blocco della cintura di sicurezza dei passeggeri sia nelle sole mani del guidatore. A monte della proposta di O'Brien David e Rickard Justin (Australia) c'è il bisogno di tenere sotto controllo la sicurezza dei bambini e delle persone diversamente abili, che potrebbero slacciarsi la cintura di sicurezza durante un viaggio.

Lo strumento progettato dai due australiani garantisce che, una volta insertita la cintura, questa non possa più essere sbloccata a meno che non sia il guidatore ad impostare il comando dalla sua postazione. In caso di incidente, il dispositivo è stato studiato per tornare "ad essere normale", a funzionare cioè come una normale cintura di sicurezza che si può slacciare con un click.

MONOCICLO
Il futuro della mobilità, secondo Polutnik Aleksander (Slovenia), non è su 4 ruote, non è su 3, nè su 2, ma su una ruota sola. A Ginevra lo scienziato ha portato il suo "Unicycle", un mezzo completamente ecologico che funziona pedalando come su di una qualsiasi bicicletta.

Più piccolo, maneggevole e pratico rispetto ad un mezzo a due ruote, l'Unicycle sembrerebbe adatto a muoversi in maniera ancora più agile tra le strade affollate della città, sconfiggendo contempraneamente traffico e inquinamento. Guidarlo "è un gioco da ragazzi", ha detto Aleksander offrendone una dimostrazione pratica. Ma saper mantenere il giusto equilibrio, a bordo di questo particolare mezzo monoruota, fa sicuramente la differenza.

ALTRO CHE FAI-DA-TE
Con l'invenzione di Rafiei Manoochehr (Iran) il fai-da-te nelle stazioni di servizio immagina di compiere un passo in avanti: non c'è più bisogno di scendere dall'auto per fare benzina e grazie a questo sistema automatizzato non si spreca neanche una goccia di petrolio.

Mentre l'automobilista resta comodamente seduto a bordo della propria auto, gli viene chiesto di digitare su di un apposito display la quantità di carburante che desidera ed una pompa automatica si occupa del rifornimento. L'errore umano per Manoochehr non deve esistere quando si parla di oro nero, al punto che tutte le informazioni relative all'acquisto del carburante (come quantità acquistata e identità dell'acquirente) vengono registrate su di un'apposita memoria informatica. Anche per il pagamento la procedura lavora in codice binario e senza contanti.

ADDIO SEGGIOLINO PER BAMBINI
Trasportare a bordo di un'automobile un bambino è facile purchè si disponga di un seggiolino adeguatamente ancorato agli appositi agganci sui sedili. Tuttavia ogni spostamento richiede tutta una serie di fasi di montaggio che Lopez Rodriguez Guillermo (Spagna) vorrebbe evitare. La sua proposta è semplice: perchè non integrare il seggiolino direttamente nel sedile posteriore?

Bastano pochi movimenti e, come si può vedere dalla fotografia, è letteralmente possibile tirare giù dallo schienale del sedile posteriore braccioli e poltrona a misura di bambino. Quale futuro avrà questo dispositivo non si può dire, per ora c'è un'idea che fa parlare di sè.

Autore:

Tag: Attualità , ginevra , sicurezza stradale , dall'estero


Top