dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 21 novembre 2017

Aston Martin Valkyrie AMR Pro, come una Formula 1

La versione da pista della hypercar inglese promette sensazioni e prestazioni da monoposto

Aston Martin Valkyrie AMR Pro, come una Formula 1
Galleria fotografica - Aston Martin Valkyrie AMR ProGalleria fotografica - Aston Martin Valkyrie AMR Pro
  • Aston Martin Valkyrie AMR Pro - anteprima 1
  • Aston Martin Valkyrie AMR Pro - anteprima 2
  • Aston Martin Valkyrie AMR Pro - anteprima 3
  • Aston Martin Valkyrie AMR Pro - anteprima 4
  • Aston Martin Valkyrie AMR Pro - anteprima 5
  • Aston Martin Valkyrie AMR Pro - anteprima 6

Per ora è ancora un modello in scala 1:1, con stile ormai definitivo e motore che promette meraviglie, pronto a sfidare a suon di cavalli quello della Mercedes-AMG Project One. È la Aston Martin Valkyrie, la hypercar inglese ormai in procinto di debuttare in versione definitiva e svelare (finalmente) al mondo il suo powetrain. Per ora pare che a muoverla ci penserà un V12 aspirato da 800 CV affiancato da un’unità elettrica. La potenza supererà i 1.000 CV e promette prestazioni da urlo, con la possibilità di andare regolarmente su strade aperte al traffico. Se però questo non dovesse bastare dalle parti di Gaydon stanno preparando la Aston Martin Valkyrie AMR Pro, la versione da pista, ancora più estrema, con prestazioni da Formula 1, con velocità massima superiore ai 400 km/h.

Per palestrati

Tutte e 25 le unità previste della Aston Martin Valkyrie AMR Pro sono già state vendute, a chissà quale esorbitante cifra e la speranza è che i suoi proprietari, se non allenati, passino i prossimi mesi in palestra. Hanno tempo fino al 2020, quando inizieranno le prime consegne, per abituarsi all’accelerazione laterale di 3,3 g e di 3,5 in frenata. Numeri da Formula 1 o LMP1, come confermato anche al simulatore, dove la Valkyrie da pista ha ottenuto tempi sul giro degni delle migliori monoposto del pianeta. “Pur avendo prestazioni straordinarie, per me è sempre stato di vitale importanza che la Valkyrie andasse bene anche come auto da strada e questo naturalmente comporta alcuni vincoli" ha commentato Adrian Newey, a capo del progetto della hypercar di Gaydon, "con la versione da pista Valkyrie AMR Pro abbiamo la libertà di creare un'evoluzione estrema che non ha particolari restrizioni”.

Più leggera

Numeri ufficiali non ce ne sono, ma dalla sede fanno sapere che il V12 sviluppato dalla Cosworth butterà a terra, grazie a nuovi cerchi da 18” con pneumatici firmati Michelin, ancora più potenza e coppia. La frenata sarà affidata a un nuovo impianto carboceramico ispirato al mondo delle corse. Più potenza e meno peso, grazie alla rimozione di elementi superflui come il monitor dell’infotainment e l’impianto di climatizzazione. Inoltre verranno utilizzati materiali ancora più leggeri rispetto a quelli della Aston Martin Valkyrie stradale, come ad esempio parabrezza in policarbonato.

Autore:

Tag: Anticipazioni , Aston Martin , auto europee


Top