dalla Home

Tuning

pubblicato il 6 aprile 2008

Emozioni a 9.000 giri

L'S2K Club Italia in Toscana con una trentina di Honda S2000

Emozioni a 9.000 giri
Galleria fotografica - S2K Club Italia in ToscanaGalleria fotografica - S2K Club Italia in Toscana
  • S2K Club Italia in Toscana - anteprima 1
  • S2K Club Italia in Toscana - anteprima 2
  • S2K Club Italia in Toscana - anteprima 3
  • S2K Club Italia in Toscana - anteprima 4
  • S2K Club Italia in Toscana - anteprima 5
  • S2K Club Italia in Toscana - anteprima 6

Un soleggiato e temperato weekend di fine marzo nell'incantevole Val d'Orcia in provincia di Siena. I profumi e i colori della primavera, un gruppo affiatato e con una passione "speciale", un'automobile sportiva unica nel suo genere, un repertorio di strade collinari immerse in uno scenario magnifico che ha permesso di scoprire i lati più emozionali della guida. Questi gli ingredienti dell'ultimo raduno dell'S2K Club Italia, l'unico sodalizio italiano dedicato alla sportivissima Honda S2000, svoltosi nel weekend dello scorso 27 marzo.

La passione per la piccola roadster giapponese non si può spiegare compiutamente: si può solo vivere. Del resto, si tratta di un'auto particolarissima, probabilmente impossibile da confrontare con la concorrenza. Piacere puro che molte altre auto non sono in grado di offrire in modo così genuino a causa di troppi compromessi; con quel motore portentoso (2 litri, 240 Cv, 120 Cv/litro) con tanta potenza e una progressione inesauribile che non sembra finire mai fino a 9.000 giri; quella conformazione della posizione di guida tremendamente vicina a una macchina da corsa (volante molto piccolo e dall'impugnatura perfetta, tunnel centrale gigantesco, leva del cambio "da perdere la testa"), sterzo preciso e diretto, comportamento stradale coinvolgente grazie all'ottimo telaio e al peso contenuto (1.270 kg). E, soprattutto, con un rapporto qualità/prezzo (42.650 euro) invidiabile considerando caratteristiche, prezzi e dotazione.

TOSCANA MON AMOUR
Oltre trenta vetture per circa una sessantina di radunisti si sono dati appuntamento a San Quirico d'Orcia, quartier generale delle operazioni, chiamati all'adunanza dal Presidente Furio Fraccaroli, alla sua terza Honda S2000, il rappresentante delle oltre sessanta presenze "speciali" che hanno animato questo weekend: chi dal Veneto, chi dalla Lombardia, chi dal Piemonte, chi dalla Capitale, chi dall'Abruzzo (un equipaggio tutto rosa da Pescara, punta di diamante dell'amore per l'S2000), chi dalla Sicilia, chi con moglie e figli, chi con il proprio esemplare in condizioni impeccabili, ma con oltre 190.000 chilometri impressi sulla strumentazione per trascorrere un fine settimana all'insegna del divertimento.

GIORNO 1
Partenza sabato mattina di buon'ora con il sole a riscaldare la silenziosa e ancora fredda notte toscana di questo angolo di paradiso, dove l'occhio segue incantato per chilometri di visuale i dolci declivi tempestati di cascinali e cipressi.
Entrato in formazione, lo squadrone delle roadster giapponesi di tutti i colori e di tutte le serie (I° edizione, II° edizione, RJ Edition, di colore bianco, nero, rosso, Argento, grigio scuro...) si è affidato all'apripista Pier Paolo Montone, avvocato romano grande esperto di queste zone, ovviamente proprietario di S2000, ma che per questo evento, ha dovuto preferirvi una Porsche 997 Carrera S per esigenze... famigliari (gli attacchi isofix sulla spider giapponese non ci sono!). Da qui verso Palazzone Pienza, Castelmuzio, Torrita di Siena, Sinalunga, San Giovanni d'Asso, Asciano, Monteroni d'Arbia e sosta per il pranzo a Monticiano.
Riuniti nuovamente in gruppo, qualche scambio di opinioni su tanti argomenti, alcuni senza dubbio scontati e che hanno la reginetta del Club come fulcro. L'S2K Club Italia, infatti, è attivamente impegnato nello studio, progettazione e realizzazione di sistemi per il miglioramento della S2000. Grazie soprattutto all'impegno del suo Presidente e dei soci più appassionati (che conoscono la macchina fino all'ultimo bullone!) oggi è possibile aumentare le sue già elevatissime qualità scegliendo tra freni, sospensioni, assetti e altro ancora. Posto che il motore nasce perfetto, qualche piccolo margine di miglioramento al telaio è concesso (ma un socio, non ha resistito e con una fame atavica di cavalli da placare, ha installato un compressore volumetrico).
Quindi il ritmo riprende alla volta di Roccastrada, Paganico, Castel del Piano per fare nuovamente ritorno a San Quirico d'Orcia per un meritato relax pomeridiano per "smaltire" le emozioni del giro e consentire alle vetture di "riposare" (difficile non farsi trasportare dal divertimento che queste strade, semi deserte, offrono).

GIORNO 2
La domenica, prima di lasciare a tutti gli equipaggi la possibilità di sbrigare le noiose e tristanzuole pratiche per il rientro (ma già con il pensiero al prossimo incontro tra circa un paio di mesi), la mattina ha costituito un altro capitolo di sensazioni dal sapore forte al volante della sportiva giapponese lungo queste strade all'ombra di magici borghi carichi di storia abbarbicati su ogni possibile cima collinare: attraverso Trequanda, Sinalunga, Asciano, Monticano, Paganico, Montenero e ritorno.

LE "INFILTRATE": LEGAMI PROFONDI
Passione e amicizia sono i principi base dell'S2K Club Italia. Ma, si sa, la vita evolve, le situazioni cambiano, i gusti si allargano. Ma la passione per l'S2000 rimane e, ormai, l'appartenenza al Club è qualcosa di inscindibile. Talmente è forte il valore dell'amicizia all'interno del sodalizio che, in fin dei conti, poco importa presentarsi con una Porsche 997, una Subaru Impreza STI, una BMW M3, una Z4M Roadster, una rarissima M3 CSL o una Mercedes SLK: la cosa più importante è il legame che si è creato. Il termine "infiltrate", insomma, giunge improprio e serve solamente a sottolineare la natura "monomodello" del club e, d'altro canto, la consapevolezza che l'Honda S2000 non è in grado di fare la differenza. Del resto, chi non si è presentato con lei, o la conserva gelosamente in garage, o ha, in un certo senso, "dovuto separarsene", ma la porta con sé nel cuore.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Tuning , Honda , raduni , club


Top