dalla Home

Curiosità

pubblicato il 20 novembre 2017

Volvo e Uber, nuovo accordo sulla guida autonoma

Si parla di decine di migliaia di auto che alimenteranno la flotta senza autista del player californiano

Volvo e Uber, nuovo accordo sulla guida autonoma

Volvo Cars, ha firmato in questi giorni un accordo quadro con Uber per la vendita, fra il 2019 e 2021, di decine di miglia di veicoli (si legge in un nota di Volvo) predisposti per la guida autonoma. Le auto che dovrebbero essere oggetto dell’accordo saranno basate sulla piattaforma SPA (Scalable Product Architecture) la più avanzata a disposizione della casa Svedese e che attualmente viene utilizzata sula Serie 90 e per il SUV XC60. Questo accordo, di natura non esclusiva, rafforza i rapporti fra il costruttore svedese e la società statunitense iniziati nell’agosto del 2016, dando anche una nuova spinta ai rapporti fra i produttori di auto e le aziende che sviluppano tecnologia nella Silicon Valley (ricordiamo anche gli accordi fra FCA e Google).


In concreto, il reparto di sviluppo di Volvo Cars ha lavorato a stretto contatto con gli ingegneri di Uber per lo sviluppo degli XC90 che saranno forniti all’azienda californiana. I veicoli di base sono dotati di tutte le tecnologie di sicurezza e quelle di predisposizione per la guida autonoma necessarie a Uber per aggiungere le proprie specifiche per la guida senza conducente. Parallelamente alla fornitura a Uber di auto predisposte, Volvo  utilizzerà la stessa base per sviluppare la propria idea di auto completamente autonoma che vedrà la luce nel 2021.

Autore:

Tag: Curiosità , Volvo , auto europee , guida autonoma , uber


Top