dalla Home

Mercato

pubblicato il 16 novembre 2017

Mercato auto Europa, a ottobre torna il sereno

Brusca frenata del Regno Unito, ma gli altri big crescono, Italia compresa. Bene Toyota e Renault

Mercato auto Europa, a ottobre torna il sereno

Il calo delle immatricolazioni fatto registrare a settembre in Europa sembra quasi un incidente di percorso per un mercato che dopo 45 mesi di crescita e un’unica flessione torna a salire ad ottobre del 5,9% rispetto allo stesso mese del 2016. Le auto immatricolate nel Vecchio Continente sono 1.207.982 contro 1.140.558 dello scorso anno. L’Europa dei 28 + EFTA resta in territorio positivo anche dall’inizio dell’anno con un +3,8% rappresentato da 13.234.599 immatricolazioni di auto nuove invece di 12.748.516 da gennaio a ottobre 2016.

Francia e Spagna su tutti

Il recupero del mercato europeo dell’auto a ottobre avrebbe potuto anche essere migliore se non ci fosse stato il pesante calo del Regno Unito che segna un preoccupante -12,2%; il calo di fiducia dei clienti privati e delle imprese britanniche è testimoniato anche dal -30% delle auto Diesel. La migliore performance mensile arriva dal +13,7% della Spagna sospinta ancora una volta dal canale di vendita alle società, compresi i noleggi e della Francia che, pur con la stessa percentuale di crescita, vede ridursi ancora una volta la quota delle auto a gasolio a favore di benzina ed elettriche. La Germania è sempre il mercato più grande d’Europa con le 272.855 immatricolazioni e un +3,9% sullo scorso anno segnato da un drastico calo delle Diesel (-17,9%) e ottimi risultati per le elettriche (+86,8%). Bene anche l’Italia con il +7,1% a ottobre.

Crescono bene Toyota e Renault

I risultati vendita di ottobre divisi per gruppo vede una netta crescita mensile per Toyota (+20,5%), ma anche per Renault (+17,6%) e, con numeri più piccoli, per Suzuki al +30,9%. Sempre in territorio positivo, ma sotto la doppia cifra sono anche Kia e Hyundai con i rispettivi +9,8% e +7,7%, così come Daimler a +6,3% nonostante il -4,1% di smart, Ford a +5,8% e Volkswagen Group a +4,7%; il risultato del colosso tedesco va però suddiviso in un +2,2% del marchio capofila e un -1,5% di Audi, con Skoda e Seat che galoppano a +10,6% e + 21%. Anche FCA fa parte dei gruppi in crescita, anche se solo con un +1,5% ottenuto soprattutto grazie al +20,4% di Jeep e il +20,3% di Alfa Romeo contro il -1,2% di Fiat e il -18,4% di Lancia. Anche Groupe PSA sale, ma che il +74% dato dall’ingresso di Opel risulta interessante il +17,4% di Peugeot. A perdere rispetto allo scorso anno sono invece BMW Group (-7,4%), Nissan (-4,7%), Volvo (-2,7%) e Jaguar Land Rover (-12,3%).

Per maggiori dettagli vi rimandiamo alla tabella di seguito:

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top