dalla Home

Curiosità

pubblicato il 14 novembre 2017

TotalErg insegna ai bambini l'educazione stradale

Nelle scuole primarie e secondarie di primo grado arriva il progetto didattico “Sicuri è meglio”

TotalErg insegna ai bambini l'educazione stradale

Non basta reprimere i comportamenti sbagliati sulle strade, rifilando multe a chi infrange la legge: occorre partire dal basso, con l’educazione stradale da dare ai bambini. Questa è la via per far calare gli incidenti. A pensarla così è anche TotalErg (uno dei più grandi operatori del settore petrolifero), che mette a disposizione delle scuole primarie e secondarie di primo grado italiane il progetto didattico “Sicuri è meglio”. La partecipazione è gratuita ed è dedicata a tutti gli istituti che si iscriveranno o che sono già iscritti a “In Viaggio per la Scuola”, un’iniziativa partita il primo maggio scorso per consentire a chi lo desidera di sostenere assieme a TotalErg le scuole del proprio territorio. “Siamo convinti che la tutela della sicurezza propria e degli altri rappresenti un valore irrinunciabile per tutti. Contribuire a responsabilizzare le nuove generazioni è una priorità per la nostra azienda”, dice Sebastiano Gallitelli, Direttore Rete di TotalErg.

C'è anche un premio

Bambini e ragazzi comunque non si… spaventino: non si tratta di ore e ore di lezione pesanti e noiose con compiti a casa, interrogazioni a tappeto e brutti voti agli impreparati. Come già avvenuto per un evento a Roma della compagnia petrolifera legato alla sicurezza stradale, il progetto didattico “Sicuri è meglio” è l’occasione per parlare a scuola di segni, segnali, norme, ma soprattutto buone prassi comportamentali attraverso giochi didattici e approfondimenti: TotalErg affida a CivicaMente, società specializzata nell’uso della tecnologia digitale per l’educazione, il percorso di formazione volto alle scuole. La sessione formativa durerà cinque mesi, fino a marzo 2018, e sarà divisa in quattro moduli: introduzione alla sicurezza stradale, i segni e segnali stradali, la prevenzione degli incendi e le buone prassi in strada. In particolare, l’uso corretto dello smartphone in auto: in Italia, è allarme fra i giovani. Alla fine di ogni mese, le scuole potranno anche partecipare al questionario “Trivia” per verificare le conoscenze acquisite durante l’attività e accumulare punti: obiettivo, vincere un premio che verrà svelato ad aprile 2018.

Registrarsi è facile, ma deve farlo la scuola

Per accedere a questa opportunità formativa, l’istituto scolastico dovrà registrarsi gratuitamente a “In Viaggio per la Scuola” (invece, dal 4 settembre i clienti TotalErg possono destinare i propri “punti Scuola” all’istituto preferito): il sito dedicato è inviaggioperlascuola.totalerg.it. È sufficiente utilizzare il codice meccanografico e la password ricevuta via e-mail dall’indirizzo noreply@inviaggioperlacuola.totalerg.it: per le scuole statali, l’istituto principale dovrà inserire le proprie credenziali (codice meccanografico e password) e scegliere quali plessi iscrivere; per le scuole paritarie, ogni istituto s’iscrive autonomamente inserendo il proprio codice meccanografico e la password ricevuta. L'iscrizione della scuola deve essere effettuata dal dirigente scolastico, mentre genitori e alunni possono segnalare l'iniziativa all’istituto.

TotalErg | In viaggio per la scuola

TotalErg ha deciso di intensificare il suo impegno a supporto dell’Istituzione “Scuola”, rendendolo ancora più concreto e tangibile con una serie di programmi dedicati, il più importante dei quali è rappresentato da “In Viaggio per la Scuola”; iniziativa che nasce per consentire alle comunità di aiutare insieme a TotalErg le scuole del proprio territorio.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , sicurezza stradale


Top