dalla Home

Attualità

pubblicato il 14 novembre 2017

Ricarica elettrica veloce, installate altre 10 colonnine

Nell'ambito del progetto EVA+ i punti Enel Fast Recharge Plus diventano 40 in tutto

Ricarica elettrica veloce, installate altre 10 colonnine
Galleria fotografica - EVA+, 30 nuove colonnine extraurbane per la ricarica veloceGalleria fotografica - EVA+, 30 nuove colonnine extraurbane per la ricarica veloce
  • EVA+, 30 nuove colonnine extraurbane per la ricarica veloce - anteprima 1
  • EVA+, 30 nuove colonnine extraurbane per la ricarica veloce - anteprima 2
  • EVA+, 30 nuove colonnine extraurbane per la ricarica veloce - anteprima 3
  • EVA+, 30 nuove colonnine extraurbane per la ricarica veloce - anteprima 4
  • EVA+, 30 nuove colonnine extraurbane per la ricarica veloce - anteprima 5
  • EVA+, 30 nuove colonnine extraurbane per la ricarica veloce - anteprima 6

Qual è uno dei requisiti perché l'auto elettrica prenda piede in Italia? Il numero e la diffusione sul territorio delle colonnine di ricarica, specie quelle che riescono a fare il pieno in fretta alle vetture a batteria. Per questo, ricopre una certa importanza il Progetto EVA+, la prima rete di ricarica che consentirà di utilizzare i veicoli elettrici fuori città: vede altri 10 punti di ricarica veloce installati da Enel. Si tratta delle "Enel Fast Recharge Plus", la tecnologia interamente sviluppata da Enel che garantisce un pieno di energia in meno di 20 minuti, compatibile con tutti i veicoli elettrici in commercio e nel rispetto dei più alti standard di sicurezza. Si aggiungono ai primi 30 già collocati sulla tratta Roma-Milano, su strade a lunga percorrenza, così da far diventare 40 le stazioni Fast Recharge Plus. Non solo: con stazioni di ricarica in Sicilia (a Giardini Naxos e Augusta, ed entro fine mese a Siracusa), la mobilità elettrica extraurbana con le colonnine fuori città arriva anche al Sud, area in questo senso un po' trascurata negli scorsi anni.

Obiettivo: 200 colonnine

EVA+ è il progetto di mobilità elettrica, coordinato da Enel, a cui partecipano Verbund (principale utility austriaca), Renault, Nissan, BMW e Volkswagen Group Italia (rappresentata dalle marche Volkswagen e Audi) e co-finanziato dalla Commissione Europea, nell'àmbito di "Connecting Europe Facility". Sul lungo termine, in tre anni lungo le tratte extraurbane, arriveranno 200 colonnine di ricarica veloce, 180 in Italia e le altre 20 in Austria. Una sorta di corridoio elettrico, per dare impulso alla mobilità pulita. I 40 punti di ricarica si trovano principalmente in aree adiacenti agli accessi autostradali per consentirne l'uso anche a coloro che utilizzano veicoli elettrici per spostamenti extraurbani con soste compatibili con il tempo di ricarica, in luoghi come i centri commerciali. Le prossime infrastrutture di EVA+ verranno installate in due location strategiche: l'aeroporto di Genova e presso l'Università degli studi di Salerno all'uscita della autostrada A2.

Dove sono le 10 nuove

Due delle nuove stazioni di ricarica veloce sono state installate nei pressi delle uscite autostradali dell'aeroporto di Fiumicino, davanti al centro commerciale Parco Leonardo, e del Porto di Civitavecchia. Verranno installate ulteriori due stazioni di ricarica, per favorire i flussi di traffico verso Roma. Sempre nel Lazio è stata rafforzata l'infrastruttura verso il sud con la posa di una colonnina fast a Ceprano, a metà strada tra quelle già presenti a Cassino e a Frosinone. Potenziata anche la tratta Roma-Milano con l'infrastruttura situata nei pressi dello snodo autostradale di Orte, utile anche come collegamento con la superstrada Orte-Cesena, e quella posizionata presso l'uscita di Firenze Sud. Dal capoluogo toscano sarà inoltre possibile raggiungere l'aeroporto di Pisa e le località marittime della Versilia grazie all'infrastruttura installata a Lucca: questa la prima città dove verrà realizzata la rete di ricarica urbana prevista dal Piano nazionale infrastrutturale di Enel. Le altre nuove colonnine Fast installate sono state utilizzate per rafforzare le tratte Milano-Torino e Milano-Genova con la posta dei punti ricarica a Chivasso e Novi Ligure.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , auto elettrica , infrastrutture


Top