dalla Home

Mercato

pubblicato il 3 aprile 2008

Lamborghini: un 2007 da ricordare

Risultati straordinari, gli obiettivi futuri

Lamborghini: un 2007 da ricordare
Galleria fotografica - Lamborghini nel 2007Galleria fotografica - Lamborghini nel 2007
  • Lamborghini Gallardo Coupé   - anteprima 1
  • Lamborghini Gallardo Superleggera	   - anteprima 2
  • Lamborghini Gallardo Spider - anteprima 3
  • Lamborghini LP640	   - anteprima 4
  • Lamborghini LP640 Roadster	   - anteprima 5
  • Lamborghini Revènton	   - anteprima 6

Due sole auto a listino, nessuna partecipazione alle competizioni, un'immagine possente e di leadership tra le auto di lusso, tante emozioni da regalare a clienti e appassionati. Considerazioni che si rafforzano anno dopo anno e che stanno alla base del successo del Marchio bolognese, bandiera del "Made in Italy" nel mondo. Il quale festeggia un 2007 straordinario, che rafforza la sua posizione tra le auto da sogno più desiderate e che dall'ingresso nell'orbita Audi (avvenuta nell'estate del 1998 e che, comunque, stabilisce che la condivisione di componentistica non superi il 10%) ha iniziato un grandioso percorso di crescita come marchio d'eccellenza nel mondo.

Il 2007 è stato un anno intenso, premiato da risultati oltre ogni aspettativa: sono nate la Gallardo Superleggera da 530 CV e la Reventon, le cui 20 unità programmate saranno consegnate tutte entro quest'anno (in Italia ne sono stati venduti 2 esemplari). I dealer nel mondo sono aumentati a 107 (contro i 97 del 2006), distribuiti su 40 paesi, seguendo una strategia di ampliamento della rete di vendita decisa a bilanciare perfettamente la sua "dislocazione" dal punto di vista commerciale; l'obbiettivo a medio termine, infatti, è di parificare il mercato per quel che concerne la posizione nelle varie aree continentali; 1/3 sul continente americano, 1/3 su quello europeo, 1/3 nell'area Asia/Pacifico.

I RISULTATI 2007
Nel corso del 2007 la Lamborghini ha consegnato 2.406 vetture, con un incremento di oltre il 15% rispetto al 2006, anno in cui era stata superata per la prima volta la soglia delle 2.000 unità vendute (2.087). I ricavi registrano una crescita del 34,9%, attestandosi su 467,1 milioni di Euro contro 346,3 milioni di Euro dell'esercizio 2006.
La Società ha inoltre migliorato ulteriormente la propria redditività avendo raggiunto i 47,1 milioni di Euro di risultato ante imposte, con un incremento del 160% rispetto all'anno precedente (18,1 milioni di Euro) e, per la prima volta, un utile netto a due cifre, a 10,1 milioni di Euro.
Parallelamente, sono andati riducendosi i costi di acquisto (-2,25%) e i costi di assemblaggio (-10% sul totale delle ore di lavoro). A suggello di questi straordinari successi di bilancio c'è un'ulteriore dato molto importante: l'azienda non presenta alcun indebitamento.

IL 2008: UN ALTRO ANNO NEL SEGNO DEL TORO
La strategia di sviluppo di Automobili Lamborghini si pone tre obiettivi: fare del brand una realtà altamente e stabilmente profittevole, rafforzare la presenza del marchio a livello globale, portare la notorietà del marchio e della sua immagine a livelli più elevati. E' un programma di sviluppo ambizioso che tocca il Marchio a tutti i livelli: a livello di l'azienda (rendere la Lamborghini ancora più desiderabile, aumentare la redditività, fare di Lamborghini il "best place to work"), di brand (italiano, senza compromessi, estremo) e di prodotto (che deve distinguersi per prestazioni, capacità di fare trend, design e tecnologia 4x4). La strategia è chiara: lavorare sul bilanciamento commerciale, sviluppare l'attività luxury, diversificare il prodotto e poter contare su risorse umane motivate e qualificate. Con questi strumenti, Lamborghini punta a una crescita del 5% nel 2008 nell'ottica di un continuo miglioramento.

La prima novità del 2008 è la Gallardo LP560/4, presentata al recente Salone dell'Auto di Ginevra: ancora più tecnologica, ancora più estrema, ancora più sconcertante dal punto di vista prestazionale grazie a un nuovo motore 10 cilindri a V di 5,2 litri e iniezione diretta di benzina da 560 CV, abbinato alla trazione integrale e alla trasmissione a 6 marce (manuale o semiautomatica). Ma la LP560/4 è anche un'auto un po' più rispettosa dell'ambiente: lavorando su attriti, aerodinamica, rapporto peso/potenza e tipo di motore, la nuova baby Lambo registra una diminuzione del 18% nel dato delle emissioni di Co2.

Ci sono altri progetti che Automobili Lamborghini sta attentamente valutando o si appresta a rendere realtà tra i quali spiccano la possibile creazione di Lamborghini Consulting, una nuova divisione che permetta di accedere all'elevato know-how sviluppato; l'apertura di due Lamborghini Store (uno a Las Vegas, uno a Melbourne, entrambi previsti per l'estate) e la creazione di importanti partnership con marchi di prestigio e di riferimento nel mondo del lusso.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , Lamborghini , immatricolazioni , produzione , lavoro


Top