dalla Home

Curiosità

pubblicato il 2 aprile 2008

La smart a due piani

Valida alternativa alle city car 4 posti?

La smart a due piani

Non c'è dubbio sul fatto che la piccola smart abbia rivoluzionato il mercato delle citycar introducendo il concetto di automobile entro i ranghi dei 2,5 metri. Sorvolando per un istante su alcune eccezioni, la mini-auto tedesca gode di alcuni interessanti vantaggi: la puoi parcheggiare anche di traverso in una fila di auto ("più o meno", ci sta!), consuma poco, è trendy, affidabile, dispone di un bagagliaio nella media della concorrenza, si insinua con disinvoltura nelle pieghe del traffico delle nostre città, è sicuramente più sicura di quelle piccole automobiline con motore da scooter, che non obbligano ad avere la patente (e quindi, restano, incautamente in mano ai più giovani, con tutti i rischi della mobilità di oggi) né ad avere gli standard di sicurezza richiesti per un'automobile.

Il problema principale della smart, tuttavia, sono i soli due posti. E non c'è dubbio che sul mercato esistano altre proposte che, seppure caratterizzate da ingombri maggiori, possano vantare soluzioni decisamente più confortevoli (quattro posti, bagagliaio), senza il bisogno di estremizzare il concetto delle dimensioni contenute.

Per rivaleggiare contro questa categoria, i colleghi inglesi del magazine 5th Gear hanno creato una smart ForTwo quattro posti nell'unico modo in cui sarebbe stato possibile salvaguardare le sue dimensioni da primato: agganciando un secondo esemplare sul tetto. La nuova Smart a due piani viene, quindi, messa a confronto con la Mitsubishi-i. Un test ridicolo, senza dubbio, ma l'ironia si sa, è il pane quotidiano degli inglesi.

Nel computo della maneggevolezza e della facilità di parcheggio, la smart non ha rivali, come evidenziano le immagini del video. La prova del fuoco resta quella della stabilità: per esaminare le condizioni dinamiche della Smart bi-piano, viene simulata una prova di esitamento improvviso di ostacolo, un classicissimo Test dell'alce. Ebbene: a 40 miglia orarie (64,3 km/h) e grazie a una bravura non comune, questa specie di torretta con le ruote riesce, molto a fatica, a rimanere diritta. A 50 miglia orarie (80 km/h), invece, si può immaginare quale sia la conseguenza...

Una smart a due piani

Il parcheggio? No problem! Ma quando una smart "doubble" con un baricentro un pò più alto del normale si cimenta nel test dell'alce a 80 all'ora, cosa potrà mai succedere?

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Curiosità , Smart , fifth gear


Top