dalla Home

Curiosità

pubblicato il 1 aprile 2008

Cavalli? No, pesci d'Aprile

Anche il mondo dell'auto abbocca all'amo...

Cavalli? No, pesci d'Aprile

Lo ammettiamo: ci siamo caduti con tutte le scarpe. Il comunicato diramato ieri da Kia in merito al suo Kia KEE_wii concept, il prototipo che si può guidare senza toccare né volante né pedali, era... un pesce d'Aprile! Anche se descritto nei minimi dettagli e accompagnato da succose dichiarazioni dei responsabili del progetto, quel prototipo non esiste. O meglio, non esiste la sua versione "wireless". Ma quante esche vengono gettate in rete in occasione di questa ricorrenza? Impossibile contarle, ma vogliamo ugualmente proporvi una breve carrellata di quelle che a nostro parere sono le più curiose.

Cominciamo dalla smart. Campeggia in prima pagina sul sito di Renntech, preparatore specializzato in supercar Mercedes, l'ipotesi di una smart equipaggiata non con uno, ma con ben due motori da 1000cc! Trasmissione automatica 5 rapporti, 182 cavalli nel cofano motore, uno scatto da 0 a 100 km/h in appena 5,1 secondi ed una velocità massima di 220 km/h. Niente male per una "scatoletta" alta 155 cm... anche il prezzo "picchia": per averla ci vorrebbero infatti 39.990 dollari (25.654 euro), fosse vera.

Intanto, in Inghilterra Ford ci ha visto lungo ed ha pensato di rallegrare quegli automobilisti che hanno bisogno degli occhiali per mettersi alla guida con la diffusione di un annuncio come questo: "la gamma di optional pensati per la nuova Ford Kuga si arricchisce di uno speciale parabrezza graduato". Come se non bastasse, soltanto per oggi ai clienti del marchio americano è stata data l'opportunità di usufruire di una visita oculistica gratuita.

Difficile calcolare il numero di quanti hanno abboccato all'amo, come quelli che oggi hanno preparato i bagagli per "traslocare" su Marte. Un pensierino che ha diffuso Google con la complicità del Gruppo Virgin proponendo al popolo della rete di lasciare tutto e fondare una colonia umana sul pianeta rosso. Sarà per un'altra volta.

Autore:

Tag: Curiosità


Top