dalla Home

Curiosità

pubblicato il 31 marzo 2008

Freni e si vede

Negli USA si sperimenta un nuovo tipo di fari che "descrive" l'intensità delle frenate

Freni e si vede

Per arrestare un'auto in corsa che viaggia a 100 km/h occorrono mediamente 50 metri. Ma spesso il problema per gli altri automobilisti a capire quanto il veicolo che precede sta frenando in un determinato momento.

Da qui l'idea di un gruppo di studenti di Ingegneria del Virgina Tech Intellectual Properties ha messo a punto un sistema di luci di frenata "intelligente", costituito da una barra a LED orizzontale che si illumina in base all'intensità della frenata. In particolare, se si sta rallentando le luci nella parte centrale della barra si illuminano di arancione; se la frenata è invece più decisa e supera una certa soglia di intensità si aggiungono alle luci arancioni quelle rosse lampeggianti alle estremità della barra e, infine, in caso di frenata molto intensa, tutte le luci lampeggiano in rosso.

A dare lo spunto creativo al team americano, un uomo che ha assistito ad un tamponamento a catena. "C'era un'auto con una donna e un bambino. Stavano bene, ma la donna continuava a ripetere di non essere riuscita a calcolare quanto rapidamente si stava fermando l'auto che la precedeva", ha detto.

Il sistema, che ricorda quello introdotto circa 4 anni fa da BMW sulla Serie 3 Coupè, è attualmente in fase di sperimentazione ed è stato pensato per essere installato prima sui grandi automezzi e poi sulle auto. Il dispositivo potrebbe entrare in commercio come "un accessorio aggiuntivo, in quanto la legge vieta di alterare l'equipaggiamento originale di segnalazione", ha detto John Talerico, associato del Virginia Tech. "Il vero ostacolo è che il sistema viene a costare circa 50 dollari per ogni esemplare. Ma un fabbricante potrebbe averne le specifiche da noi e produrlo industrialmente".

Autore:

Tag: Curiosità


Top