dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 26 ottobre 2017

Dossier Salone di Tokyo 2017

Subaru Viziv Performance Concept, per chi si sente rallysta

Anticipa l'erede della WRX, ha un motore boxer ad alte prestazioni e una carrozzeria senza compromessi

Galleria fotografica - Subaru Viziv Performance ConceptGalleria fotografica - Subaru Viziv Performance Concept
  • Subaru Viziv Performance Concept - anteprima 1
  • Subaru Viziv Performance Concept - anteprima 2
  • Subaru Viziv Performance Concept - anteprima 3
  • Subaru Viziv Performance Concept - anteprima 4
  • Subaru Viziv Performance Concept - anteprima 5
  • Subaru Viziv Performance Concept - anteprima 6

Se leggete la parola Viziv dopo quella Subaru allora state pur certi che l’auto in questione non resterà un prototipo, ma avrà un futuro nei concessionari e riprenderà lo stile di quella che l’ha ispirata. Ciò vale anche per la Viziv Performance Concept, il terzo prototipo della famiglia Viziv dopo le Viziv-2 e Viziv-7, i SUV mostrati nel 2014 e nel 2016 in previsione della nuova Forester e del grande crossover per gli Stati Uniti con 7 posti e tre file di sedili. La Subaru Viziv Performance debutta in anteprima al Salone di Tokyo 2017 e anticipa la nuova generazione della berlina media WRX, un tempo icona dei rally diventata oggetto del desiderio per tutti gli amanti delle berline con prestazioni da sportiva, che secondo indiscrezioni potrebbe arrivare nei concessionari già il prossimo anno.

I montanti allungati la fanno sembrare quasi una coupé

La Subaru Viziv Performance è lunga 4,63 metri e mantiene le fattezze di una “normale” berlina a quattro porte, anche se in questo caso il posteriore non è sporgente come sulla WRX odierna: la coda appare raccolta ed i montanti posteriori sono più allungati che in passato. Di conseguenza la Viziv Performance sembra più coupé e meno berlina di quelle che l’hanno preceduta. Il frontale ricorda vagamente la nuova Impreza, perché la mascherina ha dimensioni maggiori ed i fari sono molto più affilati di quelli originali, rendendo lo sguardo dell’auto molto più cattivo ed accigliato. Questa sensazione si ritrova anche per effetto delle generose aperture sul fascione e della vistosa presa d’aria sul cofano. Le fiancate sono dominate dai larghi passaruota, che nascondono non senza fatica ruote da 20 pollici su pneumatici sportivi /40.

Motore boxer, trazione integrale e tanta sicurezza

Il posteriore appare meno estremo del frontale, ma anche qui non mancano dettagli tipici di una sportiva come i fanali sagomati a forma di C ed i quattro terminali di scarico. La Subaru non ha diffuso caratteristiche di natura tecnica all’infuori delle misure esterne, pur anticipando che la Viziv Performance adotta un motore boxer e il sistema di trazione integrale Symmetrical AWD, dotazioni indispensabili per tutte le Subaru che puntano sul piacere di guida. Il prototipo si avvale inoltre delle nuove tecnologie di assistenza alla guida che arriveranno sui modelli in vendita a partire dal 2020, stando agli annunci, basate sui radar di bordo, le telecamere e l’impianto gps. Anche in questo caso la Subaru non è scesa nei dettagli.

Autore: Redazione

Tag: Prototipi e Concept , Subaru , auto giapponesi , tokyo


Top