dalla Home

Mercato

pubblicato il 20 ottobre 2017

Mercedes Ecobonus, auto green ed efficienti per rinnovare il parco

Incentivi fino al 31 dicembre per passare ad una vettura Euro 6

Mercedes Ecobonus, auto green ed efficienti per rinnovare il parco
Galleria fotografica - Mercedes Ecobonus DayGalleria fotografica - Mercedes Ecobonus Day
  • Mercedes Ecobonus Day - anteprima 1
  • Mercedes Ecobonus Day - anteprima 2
  • Mercedes Ecobonus Day - anteprima 3
  • Mercedes Ecobonus Day - anteprima 4
  • Mercedes Ecobonus Day - anteprima 5
  • Mercedes Ecobonus Day - anteprima 6

Mandare in pensione l’auto vecchia e sostituirla con una vettura nuova, efficiente e "pulita". La formula su cui punta Mercedes si chiama Ecobonus: fino al 31 dicembre sarà possibile sostituire la propria auto diesel (Euro 1 - Euro 4) passando ad un Euro 6 a scelta tra benzina, diesel, ibrido, plug-in oppure un elettrico con un vantaggio di 2.400 euro. Grazie a questa promozione (cumulativa con le altre disponibili in concessionaria) sarà possibile acquistare una classe A 200 d Sport full optional (33.077 euro) partendo da un anticipo di 3.650 euro (a fronte di quello ordinario pari a 7.650) con un canone mensile di 339 euro ed un conseguente risparmio rispetto ai 481 previsti in base all’offerta di listino. Per le altre vetture in gamma, come ad esempio Classe C, addirittura l’anticipo - usufruendo dell’ecobonus passa dai 12mila dell’offerta di listino ad appena 1.660 euro: se poi si considera una ibrida per l’anticipo iniziale si risparmiano quasi 7mila euro.

Obiettivo: svecchiare il parco circolante

Obiettivo principale di questa iniziativa è il rinnovamento del parco circolante italiano che, con una media di quasi dieci anni per vettura, è tra i più vecchi d’Europa. Auto più attente all’ambiente ma anche connesse, autonome e condivise: è la strategia futura presentata dalla casa della Stella in occasione del salone di Parigi lo scorso anno e che si sintetizza nell’acronimo Case (connected, autonomous, shared ed electric). "Abbiamo una gamma completa che va dalla cittadina Smart, fino alle auto per percorsi extraurbani come la GLC, ma che comprende anche van per le consegne dell’ultimo miglio, truck e bus, utili soprattutto per girare silenziosi in città nelle ore notturne - ha spiegato Eugenio Blasetti, press relations manager di Mercedes Benz - Il primo step per una mobilità elettrica nel nostro Paese, sarà legato sicuramente allo sviluppo delle zero emissioni sulle cittadine, poi con il tempo e l’estensione dell’autonomia, ma soprattutto con un potenziamento della rete supercharged, la mobilità elettrica sarà alla portata di tutti". Il cronoprogramma della casa della Stella è davvero serratissimo: dal 2020 saranno in vendita solo Smart elettriche, dal 2022 invece sarà possibile usufruire di una variante elettrica per ognuno dei dieci modelli in gamma.

Diesel efficienti e Robot-Taxi

In futuro, cambierà anche la modalità di spostamento. Condivisa e autonoma quella prevista in arrivo tra il 2030 ed il 2035 con i robot taxi per i trasferimenti "intelligenti" all’interno dei centri urbani. Le altre strade intraprese portano all’ibrido plug-in, per spostamenti più lunghi e senza ansia da ricarica, ma anche ai motori diesel di nuova generazione, un filone sul quale Mercedes ha investito 3 miliardi di euro sviluppando propulsori efficienti ed in grado di ridurre non solo le emissioni nell’aria ma anche i consumi (basti pensare che tra una classe C di sette anni fa ed una di recente concezione il risparmio complessivo calcolato è di circa 4mila euro, se poi si prende in considerazione la versione ibrida, nel lungo periodo, si possono risparmiare fino a seimila euro).

Autore:

Tag: Mercato , Mercedes-Benz , auto europee , auto ibride , promozioni


Top