dalla Home

Attualità

pubblicato il 18 ottobre 2017

Auto elettriche, la Cina è leader nel mondo

Le politiche del Governo hanno permesso al Paese di aumentare le vendite e il numero di costruttori leader

Auto elettriche, la Cina è leader nel mondo

Il Governo cinese ha fissato scadenze molto rigorose per incentivare la crescita nel Paese di auto ibride ed elettriche, che dovranno passare dall’8% di quelle vendute il prossimo anno al 12% del 2020 e al 20% del 2025. Una strategia così severa ed ambiziosa non può venir messa in pratica senza l’aiuto dei costruttori locali, che hanno già trasformato la Cina nel Paese leader mondiale fra le auto a batterie: qui hanno sede quattro fra le dieci principali case automobilistiche per numero di elettriche vendute nel mondo, le BYD, BAIC, Geely, Zhidou e Jianghuai, ancora lontanissime dalla Tesla (che detiene una quota di mercato pari al 22%) ma destinate ad espandersi all’interno di un mercato ricettivo e già indirizzato verso auto di questo genere.

In Cina anche la maggior parte delle vendite

I dati sono contenuti all’interno di un rapporto elaborato dalla società di consulenza AlixPartners, presentato oggi a #FORUMAutomotive, che fa il punto sulle condizioni delle auto a batterie proprio quando il nostro Paese inizia a dotarsi di una rete più vasta per la ricarica delle pile. Le vendite nel mondo di auto elettriche rimangono una frazione di quelle complessive, pari nel 2016 all’1,19%, concentrate per lo più in alcune grandi aree del globo: le zone della Grande Cina (incluse Taiwan e Hong Kong), dell’Europa, del Nord America e del Giappone/Corea hanno assorbito l’86,3% delle vendite complessive. La maggior parte di queste è finita in Cina, stando al rapporto, dove nei primi tre mesi del 2017 gli automobilisti hanno comperato vetture per un’autonomia elettrica totale di 22,5 milioni di chilometri, a fronte dei 12,6 milioni di chilometri di quelle vendute in Europa, dei 10 milioni di quelle in Nord America e dei 2 milioni di quelle in Giappone/Corea.

Il problema dei costi finirà presto

La percorrenza media delle elettriche ha raggiunto i 182 chilometri a giugno 2017, secondo quanto contenuto nel rapporto, ed è proprio un numero così basso ad incidere sui numeri di vendita: la scarsa autonomia e la mancanza di una rete capillare per la ricarica delle batterie sono fra gli ostacoli maggiori che disincentivano le persone ad acquistare una vettura a zero emissioni. Un altro elemento è il prezzo d'acquisto, destinato però a ridursi complice la maggiore diffusione delle tecnologie e la possibilità di spalmare i costi su un numero più elevato di auto. Le vendite però crescono in maniera costante e sono aumentate di sei volte fra il primo trimestre del 2013 e il secondo trimestre del 2017, salendo in tutto il mondo da 41.023 unità a 260.411. Il costruttore leader in Europa è la Renault-Nissan, seguito dalla BMW, grazie a vendite per complessivi 2,03 milioni di chilometri.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , auto elettrica , cina


Top