dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 13 ottobre 2017

Rinspeed Snap, un'auto divisa in due

La vedremo al CES 2018, con una base elettrica intercambiabile e un abitacolo tutto da vivere

Rinspeed Snap, un'auto divisa in due
Galleria fotografica - Rinspeed SnapGalleria fotografica - Rinspeed Snap
  • Rinspeed Snap - anteprima 1
  • Rinspeed Snap - anteprima 2
  • Rinspeed Snap - anteprima 3
  • Rinspeed Snap - anteprima 4
  • Rinspeed Snap - anteprima 5
  • Rinspeed Snap - anteprima 6

L'auto si è invecchiata al punto da costringervi a cambiarla? Nessun problema, basta staccare la parte bassa della vettura, quella costituita da pianale, motore, sospensioni e ruote e cambiarla tenendosi l'abitacolo di prima. L'idea un po' strana è venuta a Frank M. Rinderknecht, fondatore e numero uno della Rinspeed che presenta al prossimo CES di Las Vegas (9-12 gennaio 2018) la Snap, vettura che ha la parte superiore separata da quella inferiore. L'idea di base del vulcanico imprenditore e designer svizzero è quella di dividere abitacolo e meccanica di base per fare in modo che il "pod" sovrastante possa essere utilizzato anche come ufficio temporaneo, spazio abitabile o vano di carico, lasciando allo "skateborad" inferiore il compito di macinare chilometri e consumare il suo ciclo di vita indipendentemente dalla cabina.

La Rinspeed Snap è quindi una curiosa auto elettrica a guida autonoma in cui il proprietario può decidere di abbinare un abitacolo ultra confortevole o iper tecnologico con un telaio diverso a seconda delle esigenze: fuoristrada, sportivo, trasporto merci o qualsiasi altra meccanica lo sviluppo tecnologico possa proporre. Anche l'infotainment, l'elettronica di bordo e i sistemi di connettività possono essere aggiornati in ogni momento e tenuti al sicuro in garage o vicino a casa, grazie ai quattro piedi estensibili che fanno del padiglione abitabile un vero e proprio spazio vitale, mentre il pianale grezzo può restare in strada. Questa parte destinata alla classica usura da chilometraggio verrà riciclata a fine vita e contribuirà a realizzare una nuova base da ricollegare al "pod".

Autore:

Tag: Anticipazioni , auto elettrica , guida autonoma


Top