dalla Home

Attualità

pubblicato il 12 ottobre 2017

Groupe PSA lancia l'app Free2Move negli USA

Sbarcano in america i servizi di mobilità su smartphone per il car sharing di diversi operatori

Groupe PSA lancia l'app Free2Move negli USA
Galleria fotografica - PSA Free2MoveGalleria fotografica - PSA Free2Move
  • PSA Free2Move - anteprima 1
  • PSA Free2Move - anteprima 2
  • PSA Free2Move - anteprima 3
  • PSA Free2Move - anteprima 4
  • PSA Free2Move - anteprima 5
  • PSA Free2Move - anteprima 6

Tutto il car sharing in un un'unica "base" su smartphone: è l'idea che il Groupe PSA (Peugeot, Citroën, DS, Opel e Vauxhall Motors) ha appena lanciato negli Stati Uniti. A Seattle (Stato di Washington), è stato appena presentata l'App Free2Move per il mercato nordamericano, una piattaforma di aggregazione di servizi di mobilità su telefonino. L'Applicazione Free2Move permette agli utilizzatori di confrontare l'ubicazione, le caratteristiche e il costo dei vari mezzi di trasporto disponibili a Seattle, comprese le offerte di car sharing operate da car2go, Zipcar e TravelCar. Questo è solo il primo passo; dopodiché, nei prossimi due mesi, saranno proposte varie offerte di biciclette self-service come Ofo Bike, Lime Bike e Spin Bike.

In Europa c'è già

Con Free2Move, l'utente può prenotare o accedere direttamente alla modalità di trasporto scelta per un periodo che va da qualche minuto a più giorni. In Europa, il servizio c'è già in sette Paesi: Francia, Spagna, Germania, Regno Unito, Austria, Svezia e Italia. Conta 400.000 utilizzatori e una trentina di operatori. Free2Move, la "nuova mobilità" del Gruppo PSA prevede fra l'altro servizi come Free2Move Car sharing (i servizi di condivisione dell'auto gestiti dal Gruppo), Free2Move Smart Services (connettività), Free2Move Fleet sharing (per le flotte) e Free2Move Lease (le offerte finanziarie che facilitano il possesso di un veicolo).

Progetto di ampio respiro

L'App Free2Move si inserisce nel piano strategico del Gruppo PSA Push To Pass, che mira a diventare il fornitore di servizi per la mobilità preferito dai clienti entro il 2030. Free2Move, inoltre, è un vero e proprio nuovo brand del Gruppo PSA che si affianca a Peugeot, Citroën, DS, Opel/Vauxall, nel quale stanno nascendo varie divisioni per offrire diversi servizi ai clienti. Si va quindi dal car sharing tradizionale, con le auto prelevate in strada, utilizzate e poi parcheggiate in città (vedi qui il confronto delle tariffe) al car sharing evoluto, per le aziende, fino alla condivisione di altri mezzi, come le bici, passando per l'affitto delle vetture a lungo termine (per mesi). Si passa quindi dal concetto di auto di proprietà a quello di auto condivisa.

Obiettivi ambiziosi

Il lancio dell'App è avvenuto alla presenza di Scott Kubly, direttore dei Servizi municipali dei trasporti della città di Seattle, che ha recentemente presentato un progetto destinato a promuovere mezzi di mobilità innovativi (New Mobility Playbook). Secondo Larry Dominique, direttore dell'Entità del Nord America, "i servizi di mobilità cambiano in funzione della percezione e degli stili di consumo. Lanciare Free2Move negli Stati Uniti è un modo unico di rispondere alle preoccupazioni dei consumatori e di disporre di una piattaforma flessibile per implementare futuri prodotti". Gli fa eco Brigitte Courtehoux, direttrice della Business Unit Servizi connessi e Nuove mobilità: "Potremo proporre nuove offerte ed essere presenti in nuove città. Free2Move entrerà quindi nella vita di tutti i giorni degli americani che amano le modalità di trasporto innovative e non convenzionali".

Autore: Redazione

Tag: Attualità , car sharing , dall'estero , usa


Top