dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 26 marzo 2008

Arrivano 3.400 nuovi etilometri

Aumentano i controlli sulle strade italiane

Arrivano 3.400 nuovi etilometri

Per aumentare la prevenzione degli incidenti e rendere più efficace la repressione di infrazioni come la guida in stato d'ebbrezza, il ministero dei Trasporti ed il ministero degli Interni, hanno messo a disposizione delle Forze di Polizia impegnate nei controlli sulle strade 3.400 nuovi etilometri.

L'accordo, definito nel corso del 2007, è divenuto operativo grazie a un investimento di 7,8 milioni di euro previsto nel bilancio 2008 del ministero dei Trasporti. I nuovi etilometri verranno impiegati dalle pattuglie che prestano servizio sulle strade più pericolose d'Italia: Pontina, Flacca, Grande Raccordo Anulare di Roma, via del Mare e via Nettunense nel Lazio; via Emilia, Adriatica e Romea in Emilia-Romagna; Pontebbana in Veneto; Domiziana e Salerno-Reggio Calabria in Campania; Adriatica nelle Marche. Ricordiamo che proprio su queste strade, che si sviluppano su appena 1.200 km (2% dell'estensione della rete statale e regionale), si registrano l'8% dei morti e il 9% dei feriti.

Gli incidenti stradali solo nel 2006 sono stati 238.000, con 5.669 morti ed oltre 332 mila feriti, 20 mila invalidi gravi, per un totale di un milione di richieste di assistenza al pronto soccorso degli ospedali (un costo sociale per la collettività superiore ai 30 miliardi di euro).

Per ridurre questo fenomeno anche l'Unione Europea è scesa in campo con l'obiettivo di diminuire il numero dei morti del 50% entro il 2010. Anche per questo, è già da un anno che il numero dei controlli da parte della sola Polizia stradale è cresciuto di circa quattro volte rispetto all'anno precedente e l'impegno per quest'anno è di raddoppiare il totale del 2007. Inoltre, grazie ad un accordo con il ministero delle Politiche agricole, a partire da quest'anno anche il Corpo Forestale dello Stato verrà impiegato nelle attività di controllo.

I dati parlano chiaro. Per limitarci ai soli test sui guidatori fatti da Polizia stradale e Carabinieri con gli etilometri, il numero di interventi è passato dai circa 242.000 del 2006 ai 790.000 dell'anno scorso (+226%), con un totale di conducenti sorpresi a guidare in stato di ubriachezza passato da 36.300 del 2006 a 47.200 (+30%) o sotto l'effetto di droghe da 3.400 a 4.500.

Anche i dati relativi ai primi due mesi del 2008 mostrano che l'attività di controllo delle forze dell'ordine sulle strade è in continua crescita: il numero dei guidatori sottoposti al test è aumentato in misura molto significativa sia da parte della Polizia (+408% rispetto al gennaio-febbraio 2007) che dei Carabinieri (+86%). In aumento, tra gennaio e febbraio 2008, anche gli accertamenti di violazioni per guida sotto l'effetto di alcol e stupefacenti (rispettivamente +15,6% e +4,3% da parte della Polizia stradale e +24,5% e +35,2% da parte dei Carabinieri).

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada , sicurezza stradale


Top