dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 21 marzo 2008

Lampioni solari in autostrada

Test positivi per il led fotovoltaici installati in Olanda e Scozia

Lampioni solari in autostrada

Al posto dei lampioni e dei catarifrangenti hanno led alimentati dai raggi del sole che raccolgono durante il giorno. Quelle piccole luci servono a indicare le carreggiate, le linee laterali e la corsia centrale e fanno assomigliare l'autostrada alla pista di un aeroporto. Le ha inventate Martin Dicks, un ex pompiere di Londra che oggi lavora per l'Astucia, società specializzata in tecnologie per il traffico. Dopo una prima serie di test in Olanda e Scozia arrivano i primi risultati sulla loro efficacia: secondo il rapporto questi bulbi luminosi oltre a ridurre in maniera drastica il consumo di energia elettrica aumentano la visibilità.

A occhio nudo l'automobilista di notte arriva a vederli fino a 900 metri. Le prime installazioni sull'autostrada olandese che collega Arnhem a Zwolle e sulla A44 che da L'Aia porta all'aeroporto Schipol di Amsterdam, avviate nel 2004,rivelano che il numero di incidenti si è ridotto malgrado il traffico sia aumentato con punte fino al 40%. Secondo il ministero dei trasporti " il sistema ha dimostrato di essere un'ottima guida per gli automobilisti e uno strumento efficace nella gestione dei flussi di traffico". Caratteristiche che hanno consentito di incrementare il transito senza intervenire con opere infrastrutturali.

Ulteriori test dei led solari sono stati condotti sulla più trafficata arteria scozzese, quella che collega Glasgow a Edimburgo, ma solo per un breve tratto di 3 chilometri. In un altro ramo della M8, dove nebbia e cattive condizioni atmosferiche provocano incidenti, i bulbi fotovoltaici saranno dotati di speciali lampeggianti per segnalare agli automobilisti la scarsa visibilità e gli incidenti.

[ Via ->H2Roma.org ]

Autore: Davide Barcarelli

Tag: Attualità , mobilità sostenibile


Top