dalla Home

Attualità

pubblicato il 25 settembre 2017

Uber, a Londra è boom di firme per far tornare il servizio

In pochi giorni si sono superate le 760mila adesioni. Intanto l’azienda americana prepara il ricorso

Uber, a Londra è boom di firme per far tornare il servizio

Uber deve lasciare Londra perché non gli è stata rinnovata la licenza (qui le motivazioni), ma l’azienda americana è tutt’altro che pronta a lasciare una delle piazze più redditizie dove opera e prepara il ricorso mentre migliaia di cittadini gli danno sostegno. Sul sito Change.org la petizione dal titolo “Save Your Uber” ha superato le 760 mila adesioni, ma è pur vero che a Londra abitano più di 8 milioni di persone e l’azienda conta circa 3,5 milioni di utenti, quindi il numero di sostenitori potrebbe crescere molto di più. Questa campagna, tuttavia, è la “più veloce e di successo vista in Gran Bretagna quest’anno”, come ha detto il direttore di Change.org, Kajal Odedra, al Guardian.

Nel frattempo i taxi di Londra esultano per la licenza negata. Come in altre città dove opera il servizio americano, infatti, anche a Londra le proteste dei tassisti sono state molte. Sulla vicenda il sindaco della città, Sadiq Khan, ha detto: “Come primo cittadino sono favorevole alle aziende innovative capaci di fornire migliori servizi ai miei concittadini, ma fornire un servizio innovativo non può fare da paravento a chi non segue le regole e non rispetta le leggi”. Adesso bisogna vedere che cosa succederà con il ricorso e se la petizione raggiungerà un numero tale di adesioni da avere effetto sullo stesso Khan.

Autore:

Tag: Attualità , uber


Top