dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 25 settembre 2017

Aspark Owl, l’elettrica all’antica

E’ ancora un prototipo, però i due secondi da 0 a 100 km/h sono da sportiva vera

Aspark Owl, l’elettrica all’antica
Galleria fotografica - Aspark al Salone di Francoforte 2017Galleria fotografica - Aspark al Salone di Francoforte 2017
  • Aspark al Salone di Francoforte 2017 - anteprima 1
  • Aspark al Salone di Francoforte 2017 - anteprima 2
  • Aspark al Salone di Francoforte 2017 - anteprima 3
  • Aspark al Salone di Francoforte 2017 - anteprima 4
  • Aspark al Salone di Francoforte 2017 - anteprima 5
  • Aspark al Salone di Francoforte 2017 - anteprima 6

Si chiama Aspark Owl, arriva dal Giappone, è una supercar elettrica, ma invece di essere una concept futuribile tutta tecnologia, connessioni e guida autonoma è una coupé bassa e lunga di costruzione artigianale che sotto la sinuosa carrozzeria ha un classico telaio in tubi saldati. Ciò non toglie che la Owl presentata in anteprima mondiale al Salone di Francoforte si possa fregiare di un tempo di accelerazione record, da 0 a 100 km/h in appena 2 secondi; se la cosa venisse confermata nel passaggio da questa concept al modello di serie, anche la Tesla Model S con i suoi 2,36 secondi sarebbe costretta a restare dietro.

Il segreto di questo scatto poderoso sta nei due motori elettrici che grazie ad un “nuovo sistema di controllo della corrente” possono sviluppare 435 CV e 763 Nm. La trazione integrale fornita da un elettromotore su ogni asse fa il paio con un peso complessivo di soli 850 kg e una carrozzeria in fibra di carbonio alta meno di un metro, 990 mm per la precisione. La velocità massima è di 280 km/h e l’autonomia con un pieno di batteria è di 150 km. Anche se pare che un esemplare marciante sia già in prova sulle strade giapponesi, resta ancora un mistero la data di una sua eventuale produzione e anche il prezzo che potrebbe comunque essere da vera supercar.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , auto elettrica , auto giapponesi , francoforte


Top