dalla Home

Attualità

pubblicato il 25 settembre 2017

mytaxi arriva a Torino, dopo Milano e Roma

Anche all'ombra della Mole si può usare l'app per i taxi, con uno sconto del 50% fino al 19 ottobre

mytaxi arriva a Torino, dopo Milano e Roma
Galleria fotografica - mytaxi a TorinoGalleria fotografica - mytaxi a Torino
  • mytaxi a Torino - anteprima 1
  • mytaxi a Torino - anteprima 2
  • mytaxi a Torino - anteprima 3
  • mytaxi a Torino - anteprima 4
  • mytaxi a Torino - anteprima 5
  • mytaxi a Torino - anteprima 6

E tre. All'inizio fu Milano, poi Roma, e ora Torino: ogni anno mytaxi avanza un po'. Parliamo dell'App per i taxi che, così la definisce la società, è la "più popolare d'Europa". In pochi click, il cliente richiede il proprio taxi via smartphone, ne segue il tragitto, si assicura il pagamento con carta di credito e ottiene direttamente via mail la ricevuta della corsa. Per "spingere" su Torino, fino al 19 ottobre 2017 mytaxi offrirà il 50% di sconto su tutte le corse pagate via app nel capoluogo piemontese: per usufruire della sforbiciata, che verrà calcolato automaticamente dall'App a fine corsa, basta registrarsi al servizio, selezionare un metodo di pagamento (non in contanti) e scegliere l'opzione "paga tramite App". Qui la nostra prova della funzione "una corsa al volo".

Si estende in Europa

Tutto è partito nel 2009: mytaxi è un prodotto di Intelligent Apps GmbH ed è stata fondata in Germania. Con oltre 10 milioni di download e 120.000 tassisti con licenza registrati al servizio, mytaxi è la App leader in Europa nel settore delle chiamate taxi. Da settembre 2014, è una società sussidiaria di Daimler Mobility Services GmbH (parte del Gruppo Daimler). L'anno scorso è stata annunciata la fusione tra mytaxi e Hailo, App leader in Regno Unito e Irlanda per la prenotazione dei taxi. "Nel giro di pochi anni, siamo riusciti ad ampliare la nostra presenza su scala internazionale arrivando a contare oltre 70 città in ben 11 Paesi europei. – ha affermato Eckart Diepenhorst, Managing Director Southern Europe –. L'Italia per noi è un mercato di grande importanza, per questo ci siamo impegnati per poter raggiungere anche Torino, una città splendida nella quale confidiamo di ottenere un grande successo, al pari di Milano e Roma". All'ombra della mole, i tassisti hanno aderito al servizio e contribuito a creare una flotta iniziale che conta già 150 auto: l'iscrizione è completamente gratuita, senza costi fissi e senza penali in caso di recesso. Inoltre, fino alla fine del 2017, mytaxi non applicherà alcuna trattenuta sulle corse effettuate tramite la App, permettendo così ai tassisti di Torino di testare il sistema con libertà.

Tutto perfettamente in regola

Viste le polemiche in Europa in tema di mobilità (vedi il caso Uber), l'App ci tiene a evidenziare che si tratta di un servizio innovativo, un'opportunità di guadagno per tutti i tassisti: mytaxi rispetta tutte le leggi attualmente in vigore, tutelando i tassisti con regolare licenza e garantendo la massima sicurezza per tutti, clienti e tassisti. "Ci teniamo a garantire un servizio sempre efficiente nel pieno del rispetto delle normative vigenti. - ha continuato in proposito Barbara Covili, General Manager di mytaxi Italia -. Siamo l'unica App in grado di rivoluzionare e digitalizzare il mondo dei taxi senza infrangere le regole del mercato presenti in Italia".

Autore: Redazione

Tag: Attualità , app , taxi , torino


Top