dalla Home

Novità

pubblicato il 19 marzo 2008

Spyker C8 Aileron

La sportiva olandese ha allungato il passo

Spyker C8 Aileron
Galleria fotografica - Spyker C8 AileronGalleria fotografica - Spyker C8 Aileron
  • Spyker C8 Aileron - anteprima 1
  • Spyker C8 Aileron - anteprima 2
  • Spyker C8 Aileron - anteprima 3
  • Spyker C8 Aileron - anteprima 4
  • Spyker C8 Aileron - anteprima 5
  • Spyker C8 Aileron - anteprima 6

Ed infine eccola: la Spyker C8 Aileron, la versione a passo lungo della compatta C8, sulla quale il Costruttore olandese ha concentrato i propri sforzi dopo aver accantonato momentaneamente progetti interessanti come la C12 Zagato in seguito alle perdite registrate dalla divisione Formula 1, poi ceduta agli indiani di Force India.

Uno dei dati più significativi della nuova GT olandese è infatti lo spazio interno, che nelle altre versioni a passo corto era stato giudicato un po' scarso soprattutto da coloro di statura alta. Il telaio in alluminio è stato allungato di 10 cm, ma ha migliorato la rigidità torsionale del 40%, pur con un contenuto aggravio di peso che adesso raggiunge i 1.425 kg contro i 1.275 della versione "short wheelbase".

Anche la lunghezza delle portiere è cresciuta di 10 cm per agevolare l'ingresso a bordo e da queste sono scomparsi i bei finestrini sdoppiati, giudicati però troppo sensibili ai fruscii aerodinamici ed alla pioggia. Anche il tetto panoramico è stato allungato verso la zona posteriore in modo da ricavarne più spazio per al testa degli occupanti. Attraverso questi interventi la C8 Aileron misura adesso 4,56 metri in lunghezza, è larga 1,91 metri ed è alta 1,21 metri: passo e carreggiata sono anch'essi cresciuti fino a 2,677 metri e 1,65 metri.

La Aileron, pur mantenendo lo stile originale delle fuoriserie olandesi, ha un design più pulito dal quale sono scomparse le numerose feritoie di sfogo dell'aria calda sulle fiancate e sulla sommità dei passaruota, ora concentrate sullo "scasso" del cofano anteriore. Le novità riguardano anche cerchi da 19 pollici dall'inedito disegno a turbina, un nuovo diffusore posteriore, una griglia anteriore ben più larga di quelle delle altre C8, fari posteriori a LED e anteriori allo Xenon, ed un bellissimo scoop anch'esso a forma di turbina, che attraversa il lunotto posteriore dal quale si intravede il motore.
Questo è ancora l'unità Audi 4.2 V8 da 400 CV e 480 Nm, in grado di spingere la C8 Aileron oltre i 300 km/h ed è abbinabile ad un cambio manuale a 6 velocità o ad uno ZF automatico a 6 rapporti, che è la prima unità automatica ad equipaggiare una Spyker.

L'ultima nata di Zeewolde mantiene per le sospensioni il collaudato schema a doppio triangolo sovrapposto sia all'anteriore che al posteriore, ma il progetto originale è stato completamente ridisegnato e gli ammortizzatori sono adesso alloggiati verticalmente all'interno dei leveraggi. I freni sono forniti da AP Racing con pinze a 6 pistoni sia all'anteriore che al posteriore, dove sono alloggiati dischi in acciaio da 362 e 330 mm, ma sono anche disponibili come optional dischi freno in materiale composito.

Ben 14 i colori disponibili per gli interni, da abbinare ad altrettante tinte per la carrozzeria realizzata con pannelli di alluminio, fra le quali anche la livrea dello Spyker Squadron che disputerà la prossima 24 Ore di Le Mans. L'abitacolo è foderato completamente in cuoio e alluminio lucidato ed è reso interessante da dettagli meccanici volutamente a vista come i rinvii della leva del cambio e i meccanismi della pedaliera. In seguito alla domanda crescente della clientela, la C8 Aileron è equipaggiata di serie con un impianto audio Kharma provvisto di sette altoparlanti, che incorpora sistema di navigazione GPS, connessione Bluetooth e ingresso I-pod.

In linea con i contenuti i prezzi, optional esclusi, di 199.990 Euro per la versione con cambio manuale e 207.990 per quella con cambio automatico.

Autore:

Tag: Novità , Spyker


Top