dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 settembre 2017

Volvo XC40, 5 curiosità sul nuovo SUV compatto

Appena presentato, ecco cosa ha colpito di più del nuovo Sport Utility svedese

Galleria fotografica - Volvo XC40, l'anteprima mondiale a MilanoGalleria fotografica - Volvo XC40, l'anteprima mondiale a Milano
  • Volvo XC40, l\'anteprima mondiale a Milano - anteprima 1
  • Volvo XC40, l\'anteprima mondiale a Milano - anteprima 2
  • Volvo XC40, l\'anteprima mondiale a Milano - anteprima 3
  • Volvo XC40, l\'anteprima mondiale a Milano - anteprima 4
  • Volvo XC40, l\'anteprima mondiale a Milano - anteprima 5
  • Volvo XC40, l\'anteprima mondiale a Milano - anteprima 6

Fresca di presentazione internazionale, la Volvo XC40 è la novità di cui parla mezzo mondo. Noi che abbiamo avuto l'opportunità di vederla dal vivo nel nuovo store di Milano, situato praticamente all'ombra della Torre Unicredit, vogliamo provare a raccontarvi le 5 cose che ci hanno colpito maggiormente del nuovo SUV compatto svedese. Sensazioni che ci sono arrivate girandoci intorno, toccando con mano e curiosando dentro e fuori.

#1. Spazio per tutto

Via le casse audio dai pannelli porta per fare spazio a notebook e tablet, un cestino sistemato nel tunnel centrale, un gancio che scompare nel cassettino anteriore, porta tessere sull'aletta parasole e nel vano portaoggetti anteriore: all'interno della nuova XC40 c'è spazio per ogni cosa. Una furba ottimizzazione degli spazi che potrebbe fare la felicità di famiglie e non solo.

#2. Passo lungo e ben disteso

Oltre a donarle un aspetto più massiccio, il passo di 2,7 metri permette alla nuova Volvo XC40 di offrire davvero tanto spazio a tutti gli occupanti, in un corpo di 4,42 metri di lunghezza. A questo punto la domanda sorge spontanea: non rischierà di cannibalizzare la XC60? Ai posteri l'ardua sentenza…

#3. Il finestrino che sale

Se è vero che lo stile generale della nuova Volvo XC40 ha molto in comune con XC60 e XC90, è anche vero che sono i dettagli a fare la differenza. Un esempio su tutti: l'andamento del cristallo laterale. Sulle sorelle maggiori è dolce, mentre sul nuovo SUV compatto la parte posteriore è molto più inclinata, andando così a creare un montante C più spesso. La sensazione è che la visibilità posteriore ne esca un po' penalizzata. Un particolare che, Assieme alla line del cofano e ad alcune scalfature, donano alla nuova XC40 un aspetto più tagliente.

#4. Una per tutti

Chissà quanti saranno disposti a prestare ad amici e parenti la loro nuova Volvo XC40, ma se qualcuno sarà così gentile da farlo, potrà contare sulla nuova chiave digitale. Così la chiave vera e propria rimane al sicuro nel cassetto, mentre chi prenderà in prestito il SUV potrà aprirlo e accenderlo utilizzando il proprio smartphone.

#5. La qualità

La qualità della Volvo XC40 è difficile da mettere in discussione: plastica soft touch, morbida pelle, inserti in alluminio o legno. Un abitacolo all'altezza non solo delle concorrenti, ma anche di modelli di segmento superiore. Peccato solo che manchino alcune “chicche” come la rotella di avviamento sistemata sul tunnel centrale. Certo, così si ha più spazio, ma il pulsante dietro il volante è ormai fin troppo “normale”.

Galleria fotografica - Volvo XC40Galleria fotografica - Volvo XC40
  • Volvo XC40 - anteprima 1
  • Volvo XC40 - anteprima 2
  • Volvo XC40 - anteprima 3
  • Volvo XC40 - anteprima 4
  • Volvo XC40 - anteprima 5
  • Volvo XC40 - anteprima 6

Autore:

Tag: Curiosità , Volvo , auto europee


Top