dalla Home

Mercato

pubblicato il 15 settembre 2017

Volkswagen e IBM insieme per la mobilità digitale

L'accordo durerà cinque anni e prevede scambi tecnologici e servizi innovativi

Volkswagen e IBM insieme per la mobilità digitale

La notizia che Volkswagen e il colosso informatico IBM abbiano stretto un nuovo accordo quinquennale (rinnovabile) per lo sviluppo di servizi per la mobilità digitale, mostra come l'automobile sia un oggetto totalmente tecnologico, che non può più prescindere dall'impiego integrato di elettronica e informatica. Per Volkswagen, c'è un fattore di ottimizzazione del rapporto con i fornitori con il programma denominato FAST, ma anche la realizzazione di nuovi servizi elettronici personalizzati, che possano costituire un valore aggiunto per il cliente.

Di che cosa si tratta? Il primo progetto è il servizio integrato We Commerce, all'interno del sistema digitale Volkswagen WE: come nei servizi internet di smartphone e computer, al conducente possono essere fatte proposte personalizzate in base ai dati su abitudini e preferenze, ad esempio come risposta ad una richiesta, o nei servizi di navigazione. Tutti i dati risiedono su un cloud firmato IBM che è una sorta di ecosistema digitale, con il quale possono comunicare anche reti di sviluppatori esterni: ad esempio, concessionarie, stazioni di servizio, attività di ristorazione e ospitalità. Una piattaforma ad alto potenziale, che dovrebbe permettere di creare un mercato parallelo di applicazioni e servizi aggiuntivi, in un sistema totalmente integrato tra automobile e informatica.

Autore:

Tag: Mercato , mobilità sostenibile


Top