dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 18 marzo 2008

Multe senza frontiere nella UE

Questa la richiesta del commissario europeo ai trasporti, al varo domani

Multe senza frontiere nella UE

Salvare 5 mila vite ogni anno nei 27 paesi della Comunità europea è ciò che ha spinto il commissario europeo ai trasporti Jacques Barrot a proporre una direttiva che, se domani verrà approvata, imporrà a chi infrange il Codice della Strada all'interno della Comunità europea a rispondere della violazione anche se questa si è verificata in un paese diverso da quello in cui è stata immatricolata l'automobile.

La decisione di Bruxelles di scendere in campo è stata dettata dalla constatazione che fino ad oggi gli Stati membri non sono stati in grado di risolvere da soli il problema dell'incidentalità stradale. Dati alla mano, se nel 2004 il numero delle vittime della strada nei Paesi Ue era sceso del 6% e nel 2006 del 5%, l'anno scorso questo trend discendente si è arrestato. Nel 2007 i morti sono stati tanti quanti l'anno precedente: "è come se in Europa ogni settimana cinque aeroplani di medie dimensioni si schiantassero al suolo", hanno detto a Bruxelles.

Inoltre, entro un anno dal varo della direttiva, ai 27 paesi verrà proposta la realizzazione di una rete informatica per lo scambio di informazioni che consentirà alle autorità dello Stato in cui è stata commessa l'infrazione - nel caso in cui non sia stato possibile contestarla immediatamente al conducente - di risalire rapidamente al proprietario del veicolo.

Una volta individuato il proprietario, si potrà quindi procedere direttamente alla notifica dell'infrazione attraverso un modello standard in cui saranno indicate anche le procedure da seguire per far fronte alle sanzioni imposte (quelle previste dal codice della strada del paese dove è avvenuta l'infrazione) o per procedere alla loro contestazione. Da notare che, il proprietario avrà il diritto e l'obbligo di rivelare l'identità di chi si trovava alla guida del veicolo quando è stata accertata l'infrazione.

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top