dalla Home

Attualità

pubblicato il 5 settembre 2017

Dossier Assicurazioni

Rc auto, per ora zero sconti

I tagli sulle polizze saranno decisi solo nelle prossime settimane

Rc auto, per ora zero sconti

Sul web si rincorrono le voci di forti sconti per le polizze Rc auto a favore di chi monta la scatola nera, e di tagli sulle tariffe ancora più forti a favore dei guidatori virtuosi del Sud Italia (quelli che non causano mai incidenti): sforbiciate sui prezzi che sarebbero già arrivate il 29 agosto 2017 grazie alla legge Concorrenza. In realtà, le cose stanno in modo diverso, come abbiamo scritto qui. È infatti vero che ci saranno sconti, ma prima occorre attendere i decreti attuativi del Governo delle prossime settimane; inoltre, le percentuali di ribasso saranno indicati dall'Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni).

Primo: la scatola nera

La prima novità riguarda la scatola nera, che registra gli incidenti e limita (almeno in teoria) le truffe. Oggi, le compagnie sono obbligate a proporre una Rca normale e sono libere di offrire la Rca con scatola nera: gli sconti vengono decisi dalle imprese. Con la legge Concorrenza, dopo i decreti attuativi del Governo, le assicurazioni dovranno proporre anche la Rca con black box, e saranno tenute a scontare la polizza di una percentuale fissata dall'Ivass. In alternativa alla Rca scontata con la scatola nera, le compagnie dovranno mettere sul tavolo anche Rca ribassate dopo l'ispezione del veicolo, o se questo ha un alcoltest che impedisce l'avvio dell'auto se il guidatore ha bevuto troppo alcol (vedi limiti e multe qui). Comunque, uno "sconto significativo" è previsto pure se l'assicurato contrae più polizze per più veicoli in suo possesso e sottoscriva una clausola di guida esclusiva: può guidare solo lui. Occhio: se al momento del sinistro guidava un'altra persona, scattano penalità pesanti.

Secondo: Rca al Sud

Buone notizie pure per gli automobilisti del Sud, purché virtuosi: ci riferiamo a chi non causa mai incidenti e risiede nelle Province a maggiore sinistrosità e probabilità di frodi (in particolare Napoli e Caserta). Oggi pagano tariffe Rca da capogiro, ma domani beneficeranno di uno sconto "aggiuntivo e significativo", sempre in presenza di scatola e nel caso abbiano una pagella pulita, con zero incidenti negli ultimi 4 anni. Dopo i decreti del Governo, l'Ivass stilerà un elenco delle Province interessate e fisserà il taglio sulla polizza.

Massima libertà di scelta

Comunque sia, con o senza scatola nera, con o senza sconto, la legge Concorrenza afferma la massima libertà di scelta dell'automobilista danneggiato: se subisce un incidente è libero di recarsi presso il proprio carrozziere di fiducia. Quindi, no alla canalizzazione forzata da parte delle compagnie verso i carrozzieri convenzionati, neppure in presenza di scatola nera.

La black box fa piena prova

Tuttavia, la legge Concorrenza introduce anche un'altra norma (questa già effettiva) piuttosto discutibile. In estrema sintesi, in caso di incidente, se almeno una delle due auto ha la scatola nera, quando c'è disaccordo sulle colpe del sinistro, il rischio è di andare in causa: si ha una controversia fra automobilista e assicurazione. Assumono un valore fondamentale le risultanze della black box, e sarà il dispositivo ad aiutare il giudice a capire chi ha ragione: vedi qui. La scatola nera avrà un ruolo chiave, salvo che la parte contro la quale sono state prodotte dimostri il mancato funzionamento o la manomissione del dispositivo: se un automobilista si vede negare il rimborso perché la black box dimostra che aveva torto, lo stesso guidatore dovrà provare che il dispositivo era ko. Compito assai difficile…

Autore: Redazione

Tag: Attualità , assicurazioni


Top