dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 14 marzo 2008

Alfa Romeo Mi.To

Finalmente è ufficiale!

Alfa Romeo Mi.To
Galleria fotografica - Alfa Romeo Mi.ToGalleria fotografica - Alfa Romeo Mi.To
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 1
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 2
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 3
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 4
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 5
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 6

Eccola senza veli la nuova piccola dell'Alfa Romeo. Di lei si parla da mesi, e ve ne abbiamo anticipato numerose caratteristiche in più occasioni, design compreso.
L'Alfa Romeo Mi.To (si legge "Mito") è un'auto tutta nuova, che esplora una nuova area di mercato in cui Alfa non è presente, quella del segmento B, affollato e cruciale. In questa classe di vetture, si rivolge soprattutto ai giovani (perché non esiste solo la MINI, e non esisterà solo l'Audi A1) e agli Alfisti irriducibili; a loro sembra quasi voler "gridare" tutto il suo background storico, la sua sostanza, la sua continuità storica con le Alfa più genuine. Mi.To perché questo nome vuole segnare un legame tra passato e futuro del Marchio: tra Milano, città del design che ha dato i natali allo stile della vettura, e Torino, che ne vedrà la realizzazione industriale.
E' piccola, lunga 406 centimetri (larga 1,72 e alta 1,44), ma ha un cuore (non solo il motore) grande, una personalità spiccata.

DESIGN
E un'Alfa Romeo esclusivamente con tre porte. Davanti somiglia molto all'Alfa 8C competizione, e quindi alla sportivissima 33 Stradale del '67. La fiancata è slanciata, compatta, filante, con un lieve accenno di carrozzeria coupé. Posteriormente, con quei fari tondi (a LED) tipicamente neoclassici, ricorda molto gli anni "vivi" delle vere Alfa Romeo (1900, Giulietta TI, Giulia SS di Bertone), quando essere Alfisti era un vero autentico orgoglio di "casta".
Complessivamente è formosa, sinuosa, sembra modellata a mano e non da freddi macchinari che lavorano secondo istruzioni predefinite. Ispira prestazioni, dinamicità, guida impegnata, il desiderio di guidarla con consapevolezza e divertimento e non l'atteggiamento passivo di trasformarsi in un piccolo vagone tristemente calato sui binari dell'inchiodato traffico di oggi. Lo testimoniano, soprattutto, i suoi contenuti tecnologici e le motorizzazioni, la maggior parte con un forte indice di sportività dato dalla potenza elevata.

MOTORI
Sono tutti turbo con potenze comprese (inizialmente) fra i 95 cavalli ed i 155 cavalli e oltre al 1.4 T-Jet ci sarà un nuovo motore (sempre con frazionamento a 4 cilindri) di 1,8 litri di cilindrata e sovralimentazione mediante turbocompressore. Quest'ultimo, nella sua evoluzione più spinta da 230 cavalli, equipaggerà nel 2009 la versione GTA.
La motorizzazione Diesel, come già anticipato, consiste in un nuovo 4 cilindri 1.6 con alimentazione Multijet (Common-rail con iniezione diretta del gasolio) da 120 cavalli di potenza massima con 300 Nm di coppia da 1.500 giri.

TELAIO E TRASMISSIONE
Alla struttura portante monoscocca in lamiera d'acciaio derivata da quella della Fiat Grande Punto sono agganciate sospensioni anteriori tipo McPherson e posteriori a bracci tirati. Per la prima volta su una vettura di questa categoria, è disponibile con sospensioni "contrattive" che agiscono sull'escursione degli ammortizzatori riducendo significativamente il rollio e fornendo, così, un deciso miglioramento della tenuta di strada, a tutto vantaggio della sicurezza e, ovviamente, del divertimento. E poi c'è il dispositivo "Alfa DNA", che controlla motore, freni, sterzo, sospensioni e cambio, consentendo tre diversi comportamenti della vettura, in base allo stile di guida più adatto alla situazione o ai desideri del cliente: super sportivo (Dynamic), urbano (Normal), di massima sicurezza anche in condizioni di difficile aderenza (All weather).
La trazione, ovviamente anteriore, si avvale di cambio manuale a 6 marce, ma già sono in arrivo il robotizzato e irrinunciabile sulle versioni più sportive - obbligatorio sulla GTA) - il doppia frizione, denominato DDCT, Dual Dry Clutch Transmission.

VERSIONI E PREZZI
Nulla è stato ancora ufficializzato, ma si partirà da circa 16.000 euro. Il lancio commerciale è previsto per inizio luglio.

Alfa Romeo Mi.To

La nuova "piccola" Biscione vista a 360 gradi

Scheda Versione

Alfa Romeo MiTo
Nome
MiTo
Anno
2008 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Anticipazioni , Alfa Romeo


Top