dalla Home

Da Sapere

pubblicato il 1 settembre 2017

Dossier Auto e Salute

Donne incinte, le dritte per viaggiare sicure

Alcuni consigli da Seat per le signore in dolce attesa che guidano o sono passeggere

Donne incinte, le dritte per viaggiare sicure
Galleria fotografica - Donne incinte, i consigli per la guidaGalleria fotografica - Donne incinte, i consigli per la guida
  • Donne incinte, i consigli per la guida - anteprima 1
  • Donne incinte, i consigli per la guida - anteprima 2
  • Donne incinte, i consigli per la guida - anteprima 3
  • Donne incinte, i consigli per la guida - anteprima 4
  • Donne incinte, i consigli per la guida - anteprima 5
  • Donne incinte, i consigli per la guida - anteprima 6

Come ben sapete, il conducente e i passeggeri delle auto munite di cintura di sicurezza hanno l'obbligo di utilizzarle in qualsiasi situazione di marcia: vedi qui. Questo vale anche per le donne incinte che si pongono al volante e per quelle che viaggiano come passeggere: lo stabilisce l'articolo 172 del Codice della Strada, che fissa le multe. Per il guidatore (di qualsiasi sesso) senza cintura, ammenda di 81 euro e taglio di 5 punti-patente; se in 2 anni il conducente viene beccato 2 volte senza cintura, la patente gli viene sospesa da 15 giorni a 2 mesi. L'adulto che siede dietro e viene beccato senza cintura prende una multa di 81 euro: se ha la patente, nessuna penalità a carico della licenza. Diversi soggetti sono esentati dall'obbligo di uso delle cinture di sicurezza: al di là delle persone che risultino, sulla base di certificazione, affette da patologie particolari, le donne in stato di gravidanza sulla scorta della certificazione rilasciata dal ginecologo. Comunque, per le signore in dolce attesa, sono utili le indicazioni appena fornite da Seat, marchio spagnolo del Gruppo Volkswagen: a tutela della futura mamma e del nascituro.

In gravidanza, come regolarsi

#1. Due parti. Anzitutto, la parte orizzontale della cintura va posizionata il più in basso possibile. Così, si appoggia sotto la pancia e non esercita pressione sul feto. Il nastro diagonale invece va fatto passare trasversalmente sull'addome, tra i seni, e appoggiato sulla clavicola. Questa la prima indicazione di Javier Luzon, responsabile del Dipartimento di sviluppo della sicurezza dell'auto in SEAT. Occhio: senza la cintura, l'impatto diretto con il volante potrebbe causare lesioni gravi come il distacco della placenta o la rottura uterina, avverte il Emmanuel de Sostoa, responsabile di Ginecologia del Centro di attenzione e riabilitazione sanitaria di SEAT.

#2. Distanza. Regolate bene la distanza tra sedile e volante. Grosso modo, fra ventre e volante devono esserci minimo 25 cm. Così da evitare, in caso di incidenti, possibili lesioni dovute al contatto diretto tra la parte inferiore del volante con il ventre della donna. A seconda dello stato di gravidanza (un conto è essere al terzo mese, un altro al sesto), sistemate la posizione del sedile col passare dei mesi, in modo da mantenere lo schienale il più retto possibile e sedersi correttamente.

#3. Airbag. Mantenete attivo l'airbag, anche per il sedile del passeggero nel caso in cui la futura mamma viaggi in auto sul sedile del passeggero anteriore.

#4. In generale. Indossate scarpe comode e senza tacco (questo in realtà vale sempre, anche se non in gravidanza). Inoltre, per evitare manovre brusche e sobbalzi, mantenete una distanza di sicurezza maggiore dal veicolo che precede. Evitate le lunghe percorrenze. Inoltre, per ovviare alla fame e alla necessità di andare frequentemente in bagno, si consigliano soste frequenti, utili anche per camminare un po' e attivare la circolazione.

#5. Alla fine. Durante gli ultimi mesi di gravidanza, alcune donne scelgono di utilizzare una fascia pelvica da posizionare nel basso ventre, per aumentare il proprio comfort a bordo dell'auto.

#6. Smettete di guidare se non vi sentite più sicure e comode al volante.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , auto europee , sicurezza stradale


Top