dalla Home

Test

pubblicato il 1 settembre 2017

Ford GT, 656 CV per far paura al Cavallino [VIDEO]

Erede della gloriosa GT40 "anti Ferrari", la nuova coupé ha una tecnica all’avanguardia e prestazioni di riferimento

Galleria fotografica - Nuova Ford GT 2015Galleria fotografica - Nuova Ford GT 2015
  • Nuova Ford GT 2015 - anteprima 1
  • Nuova Ford GT 2015 - anteprima 2
  • Nuova Ford GT 2015 - anteprima 3
  • Nuova Ford GT 2015 - anteprima 4
  • Nuova Ford GT 2015 - anteprima 5
  • Nuova Ford GT 2015 - anteprima 6

Gli americani usano l’espressione halo car per vetture come la Ford GT. Tradurla letteralmente dall’inglese non è possibile, visto che halo vuol dire aura o alone, ma in questo modo vengono definite le sportive che lasciano il segno e aumentano la percezione nei confronti di un marchio: saranno in pochi a non trovare di colpo più affascinanti le Fiesta e Focus dopo aver osservato dal vivo la GT… Trovarla su strada in realtà non è un’impresa facile, perché la coupé verrà costruita in 1.000 esemplari per tutto il mondo fino al termine del 2019.

Com’è

La coupé statunitense è la seconda riedizione della mitica Ford GT40, vettura stradale e da gara che inflisse sonore batoste alla Ferrari nella seconda parte degli anni ’60: tutti ricordano la strepitosa striscia di quattro affermazioni consecutive alla 24 Ore di Le Mans (dal 1966 al 1969). La GT40, non a caso, è ritenuta ancora oggi una fra le più grandi auto da corsa realizzate negli Stati Uniti. La prima reinterpretazione (chiamata GT) viene lanciata nel 2004 ed è ispirata fedelmente alla GT40. La seconda, del 2015, sacrifica le forme retrò della carrozzeria in favore di una linea molto più estrema e di una meccanica all’ultimo grido: la nuova GT è alta da terra solo 1,11 metri, supera i 2,00 metri in larghezza e ha una carrozzeria levigata senza eguali nell’attuale panorama delle sportive, complice anche la lunghezza molto generosa (4,78 metri). I progettisti della Ford hanno tracciato linee sbalorditive ma non fini a loro stesse, perché le feritoie e le appendici aerodinamiche hanno il compito di migliorare le prestazioni globali dell’auto: l’ala posteriore e le aperture sul fascione davanti si chiudono in accelerazione, percorrenza di curva e frenata, così da migliorare l’aderenza sul terreno; se la Ford GT viaggia in rettilineo, invece, le prese d’anteriori rimangono aperte e rendono l’auto più scorrevole.

Come va

Il primo contatto al volante di questo bolide si è svolto in Francia, sulla pista di prova della Michelin a Ladoux, un circuito tecnico e piuttosto lento ideale per scoprire una vettura così impegnativa. Il tempo a nostra disposizione con la Ford GT è stato poco, ma nei pochi minuti in sua compagnia abbiamo respirato il profumo delle corse e vissuto sensazioni impossibili da ritrovare su altre vetture sportive. A partire dalla posizione di guida: lo spesso roll-bar integrato ruba centimetri in tutte le direzioni, il sedile è molto contenitivo e le cinture a cinque punti limitano i movimenti nel sedile. A bordo della GT si ha l’impressione di trovarsi su una vettura da gara, complice anche la scelta di mantenere fisso il sedile e far muovere pedaliera e volante. La coupé dell’Ovale Blu pesa meno di 1.400 chili e ha un motore V6 turbo da 3.5 litri con 656 CV, ma una volta affrontate le prime curve si rimane sbalorditi dall’incredibile aderenza sul terreno: la Ford GT non accenna a scomporsi e fa capire che non ci basteranno i 3 giri concessi per metterla in difficoltà. Il cambio doppia frizione a 7 marce è fulmineo negli innesti, l’impianto frenante non ha risentito minimante della fatica e il selettore delle modalità di guida consente all’occorrenza di godersi l’auto senza filtri, complice la modalità Track che riduce l'altezza da terra (avvicinando così il baricentro dell’auto al terreno) e la rende ancora più maneggevole.

Curiosità

La gestione dei vari parametri dell’auto ricade su 50 sensori, che raccolgono le informazioni provenienti dalle appendici aerodinamiche, dal motore, dallo sterzo e da numerosi altri parametri. Stando alla Ford, tocca poi a 25 computer interpretare l'impressionante mole di dati raccolta: in alcune condizioni la GT genera fino a 100 GB di informazioni l’ora. La capacità di calcolo dell’auto sarebbe maggiore rispetto a un evolutissimo aereo da combattimento quale il Lockheed Martin F-35 Lightning II. Altra curiosità è il vano bagagli con una capacità di 11,3 litri, davvero ridotto anche per gli standard delle supercar.

Quanto costa

Tanto, ma in realtà il prezzo di listino è un problema relativo: chi può spendere i 550.000 euro richiesti (personalizzazioni escluse) deve prima assicurarsi che l’auto sia disponibile, perché i 500 esemplari programmati per il 2016 e il 2017 sono andati esauriti in pochi giorni. Basti sapere che la Ford ha ricevuto circa 7.000 richieste, stando a quanto annunciato, oltre 10 volte in più rispetto alle GT previste. La coupé sarà prodotta in altri 500 esemplari fra il 2018 e il 2019 e solo 3 sono destinati all'Italia.

Scheda

Motorizzazione provata: Ford GT V6 3.5
Quando arriva: già ordinabile
Quanto costa: 550.000 euro
Quanti CV ha: 656
Quanto consuma (ciclo combinato): 16,7 l/100 km
Quanta CO2 emette: nd
0-100 km/h: circa 3 secondi
Garanzia: nd

Scheda Versione

Ford GT
Nome
GT
Anno
2016
Tipo
Premium
Segmento
sportive
Carrozzeria
coupé
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Ford , auto americane


Vai allo speciale
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 19
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 20
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 17
  • Le ragazze del Salone di Francoforte 2017 - Salone di Francoforte 2017 - 18
Vai al Salone Salone di Francoforte 2017
 
Top