dalla Home

Attualità

pubblicato il 31 agosto 2017

Dossier Multe e Ricorsi

Tutor sull'autostrada A10, occhio al limite di 110 km/h

Dal 1° settembre nuove telecamere in Liguria fra Savona e Varazze

Tutor sull'autostrada A10, occhio al limite di 110 km/h

Pessime notizie per chi ha il piede pesante: in Liguria, sul tratto Savona-Varazze dell'Autostrada dei Fiori A10 che collega Genova a Ventimiglia, il 1° settembre 2017 inizierà a funzionare il Tutor. Questo rileva la velocità media dei veicoli, anziché la velocità istantanea in un punto ("lavoro" svolto dagli autovelox): vedi qui i vari sistemi. In direzione Ovest verso Savona il primo portale è posizionato su un pannello a messaggio variabile al mm 31+600 (svincolo di Celle Ligure SV); il tratto controllato termina dopo 4 chilometri e 400 metri, in corrispondenza del secondo portale installato al km 36 (svincolo di Albisola SV). Invece, in direzione Est verso Genova il primo portale è posizionato su un pannello a messaggio variabile al km 38+700 (tra la galleria Ranco e la galleria Termine quindi); il tratto controllato termina dopo 5 chilometri e 180 metri, in corrispondenza del secondo portale installato al km 33+880 (uscita galleria Terizza).

Autostrada, ma non a 130 km/h

Attenti: in genere, il limite massimo in autostrada è di 130 km/h, salvo diverse disposizioni date dai classici cartelli tondi bordati di rosso. Ma su quel tratto, in entrambi i tratti, in direzione Ovest ed in direzione Est, il limite di velocità è di 110 km/h. Mentre per i veicoli con massa eccedente le 12 tonnellate vige il limite di 70 km/h. Non solo: il Tutor può funzionare anche di notte, con la pioggia o con qualsiasi altra turbativa meteorologica. La notifica delle contravvenzioni sarà di competenza della Sezione Polizia Stradale di Savona.

Cosa dice la direttiva Minniti

Vale la pena ricordare che, in base alla recente direttiva Minniti sulla sicurezza stradale, se c'è il Tutor, di norma il limite di velocità sull'intero tratto oggetto del controllo è omogeneo. Tuttavia, condizioni eccezionali (un cantiere, in un tratto inferiore al segmento di strada oggetto del controllo della velocità media) non eliminano la possibilità per l'organo di Polizia Stradale di effettuare l'accertamento, considerando le eccedenze di velocità rispetto al limite ordinario. A condizione che gli eventuali diversi limiti vigenti lungo parte del tratto sottoposto a controllo siano occasionali e temporanei, e che il riferimento per la determinazione delle entità della violazione sia riferita al limite massimo di velocità costante valido per tutto il tratto.

La mappa al volo

Ma come sapere, in generale, dove opera il Grande Fratello? La Polizia Stradale pubblica ogni settimana la programmazione dei servizi di controllo della velocità con le apparecchiature mobili indicando le strade e le giornate dello svolgimento dei servizi: vedi qui. Autostrade per l'Italia ha scelto di rendere pubblica la posizione di tutte lo postazioni fisse per la rilevazione della velocità installate lungo la propria rete e gestite dalla Polizia Stradale: qui. C'è infine il "cugino" del Tutor, il Vergilius: rileva la velocità media. sulla rete stradale extraurbana: vedi qui.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , autostrade , autovelox , multe


Top