dalla Home

Curiosità

pubblicato il 13 marzo 2008

Ginevra 2008: le grandi assenti

Porsche 997 restyling, Ferrari F149, Audi Q5, Alfa Mito (o Junior?)

Ginevra 2008: le grandi assenti

Appassionati incontentabili e golosi oltre ogni umana pudicizia oppure implacabili giudici della scena? Forse entrambi. Scontenti o incuriositi, in molti si staranno certamente domandando le ragioni di qualche importante assenza tra le luci e le scenografie grandiose dei padiglioni del Salone di Ginevra. Effettivamente c'è da registrare, tra le assordanti novità del momento, che qualche Marchio ha preferito tenere l'"arma" nel fodero e sparare altre cartucce, alimentando un'insana curiosità.

LE RAGIONI DEL MISTERO
I motivi? Molteplici. E tutti oggettivamente validi. Presenza già cospicua di altre novità di prodotto, qualche piccolo ritocco ancora da ultimare nonostante le foto spia che inondano la rete riescano a restituirci immagini di auto apparentemente in forma definitiva; forse c'è anche chi resta a guardare quale "assurdo" gioco al rialzo ha in serbo ancora il prezzo del petrolio, decidendo di riguardare il progetto (per consumare ancora meno di quanto già non avvenisse). Infine, ci sono le segrete e imperscrutabili strategie di Marketing degli addetti ai lavori, veri tenutari dei segreti per una buona presentazione di successo.

DALLA "A" AL SUV
Così, cominciando dalla "A", viene subito da citare l'Alfa Romeo Mito. Che non ha portato a Ginevra la piccola vettura per la classe B (si chiamerà Junior o Mito?) che sta infuocando l'attesa degli appassionati del Biscione. E' ragionevole ritenere che il Gruppo Fiat stia "centellinando": a Ginevra ci sono state già Alfa 8C Spider e il restyling dell'Alfa Brera. Un modello epocale come la piccola Alfa richiderebbe attenzione assoluta. Anche Audi, mentre celebra il trionfo del Diesel (con la Q7 V12, R8 TDI V12 Le Mans e la TT 2.0 TDI) e della dinastia A4 Avant rinuncia a presentare la Q5. Evidentemente la strategia può essere quella di "osservare" quale accoglienza riceveranno nel breve termine gli altri SUV medi che qui cercano fama: Renault Koleos, Volvo XC60, Ford Kuga e Mercedes GLK.

LE SPORTIVE IN LISTA D'ATTESA
Ferrari e Porsche sono sicuramente i grandi punti interrogativi del Salone ginevrino. Da un lato il mondo si chiede che volto avrà la Ferrari F149, la Coupé-Cabriolet a motore anteriore V8 e 2 + 2 posti che promette di dare un vero scossone alla gamma delle rosse (dovremo attendere il Salone di Parigi 2008 di settembre). Dall'altro, non si capisce (almeno apparentemente) come mai Porsche non abbia scelto di presentare qui in anteprima il restyling della 911 Carrera (ma ormai circolano da tempo anche le foto delle nuove 911 Turbo, Cayman e Boxster) con un nuovo motore a iniezione diretta di benzina che riduce le emissioni e i consumi, sia sulla versione normale, sia sulla più sportiva S. Per la Panamera, non c'è da preoccuparsi: è permesso scalpitare solo a partire dal 2009.

Pure Pagani Automobili, nel suo piccolo, ha rinunciato alla portentosa Zonda R da circuito (non da corsa!) per dedicarsi a piene mani alla "C9", l'erede della Zonda.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Curiosità


Top