dalla Home

Curiosità

pubblicato il 21 agosto 2017

Pebble Beach 2017, tutte le foto, le novità e le aste record

Quotazioni da primato per Aston Martin, Porsche e McLaren. Mercedes vince il concorso d'eleganza e guarda al futuro

Pebble Beach 2017, tutte le foto, le novità e le aste record
Galleria fotografica - Pebble Beach Concours d'Elegance 2017Galleria fotografica - Pebble Beach Concours d'Elegance 2017
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2017 - anteprima 1
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2017 - anteprima 2
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2017 - anteprima 3
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2017 - anteprima 4
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2017 - anteprima 5
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2017 - anteprima 6

Il Pebble Beach Concours d'Elegance è solo il momento culminante della Monterey Car Week, quello che è ormai da anni un vero salone dell'auto all'aperto dedicato ai capolavori del passato e alle supercar di oggi e di domani. L'edizione 2017 che si è appena conclusa non è da meno e fa dell'evento estivo per eccellenza il punto d'incontro del lusso e delle più belle macchine del mondo. A rappresentare il futuro della mobilità ci sono la BMW Concept Z4, la ricca e silenziosa Mercedes-Maybach Vision 6 Cabriolet, ma anche la futuribile e retrò Infiniti Prototype 9, oltre alla Jaguar XK 120 SE Pininfarina in rappresentanza di un passato glorioso e il presente del mercato extra lusso con la prima Bugatti Chiron per il mercato USA, una speciale McLaren 720S by MSO e una Rolls-Royce Dawn tutta color fucsia. Per la cronaca il famoso concorso d'eleganza è stato vinto da una spettacolare Mercedes-Benz S Barker Tourer del 1929.

Italiane da concorso

L'Italia non è però rimasta a secco di premi, visto che negli Elegance Awards ha portato a casa tre vittorie su quattro: una Lancia Astura Pinin Farina Cabriolet del 1936 ha vinto fra le Convertible, la Ferrari 250 MM Vignale Spyder 1953 fra le Sports Car e l'Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale Bertone Prototipo 1957 ha prevalso fra le Closed Car. Fra le centinaia di gioielli su ruote presenti e ammirati durante la Monterey Car Week (l'intero evento californiano dura infatti una settimana) che potete vedere nella mega gallery qui sopra occorre poi citare le perle andate all'asta e vendute a cifre record. La regina incontrastata di quest'anno è l'Aston Martin DBR1, mitica auto da corsa del 1956 prodotta in soli cinque esemplari che è passata di mano all'asta RM Sotheby's per 19,1 milioni di euro, primato assoluto per la marca e anche per un'auto britannica.

Aste per tutti i gusti

Un altro record è stato battuto dalla Porsche 917K del 1970 venduta da Gooding & Company a 11,9 milioni di euro, la cifra più alta mai pagata per una vettura della Casa di Zuffenhausen. Anche McLaren spunta la quotazione più alta della sua storia con una F1 del 1995 venduta a 13,2 milioni di euro. Non sono invece dei record, ma fanno davvero impressione i 12,3 milioni di euro fatti segnare dalla Ferrari 275 GTB/C del 1966, i 5,7 milioni di dollari spuntati da una Aston Martin DB4GT Prototipo del 1959, i 4,8 milioni di euro della bellissima Ferrari 121 LM Spider 1955 e i 3 milioni di euro della Ferrari LaFerrari del 2015, gialla e nera. Fra le auto moderne e le curiosità occorre citare gli ottimi risultati di Porsche 997 Speedster (224.000 euro), una delle 356 prodotte nel 2011, BMW Z8 del 2003 (374.000 euro), i 407.000 euro di una Ferrari F512M e i 70.000 euro di una Fiat 500C Giardiniera 1951, la Topolino familiare con finiture in legno.

Autore:

Tag: Curiosità , auto storiche , Pebble Beach


Top