dalla Home

Curiosità

pubblicato il 21 agosto 2017

Pagani Zonda HP Barchetta, quella di Horacio

E’ l’esemplare unico voluto e realizzato da (e per) il fondatore della fabbrica dei sogni

Pagani Zonda HP Barchetta, quella di Horacio
Galleria fotografica - Pagani Zonda HP BarchettaGalleria fotografica - Pagani Zonda HP Barchetta
  • Pagani Zonda HP Barchetta - anteprima 1
  • Pagani Zonda HP Barchetta - anteprima 2
  • Pagani Zonda HP Barchetta - anteprima 3
  • Pagani Zonda HP Barchetta - anteprima 4
  • Pagani Zonda HP Barchetta - anteprima 5
  • Pagani Zonda HP Barchetta - anteprima 6

“Una ricerca complessa di idee semplici, spinta dal design estremo”: inizia così la descrizione che in Pagani danno della loro ultima creazione, un esemplare unico concepito e realizzato da Horacio Pagani stesso e dai suoi fidatissimi tecnici, designer e artigiani iper-specializzati. Significativa la scelta della Zonda e non della più nuova Huayra: da lì tutto è iniziato e lì si voleva tornare. Una sorta di omaggio al modello che ha permesso, in pochissimi anni, di far entrare l’azienda di San Cesario sul Panaro fra le più prestigiose al mondo, in campo automobilistico e non solo, e che continua a innovare. Eh sì perché al di là dell’aspetto romantico, la HP Barchetta è anche il “pretesto” per lanciare la nuova divisione interna “Uno di Uno”.

Omaggi al passato, materiali del futuro

La Zonda nel frattempo è diventata maggiorenne, visto che la prima volta che si svela al mondo è al Salone di Ginevra del 1999. Da allora, il progetto non si è mai fermato del tutto, continuando a offrire innovazioni ai suoi clienti. La HP Barchetta è l’estremizzazione di questo concetto, perché utilizza le ultime tecnologie (Carbon-Titanium compound e Carbo-Triax HP52, tra gli altri) in questo caso per richiamare i tratti salienti della storia di Horacio, tra i quali non poteva ovviamente mancare Juan Manuel Fangio. Ecco dunque l’interno in stile Tartan, il motore V12 AMG sviluppato specificamente per fornire prestazioni entusiasmanti e un sound ancora più coinvolgente.

Uno di Uno, per Pagani uniche

Come anticipato, non ci sono solo la passione e il sentimento, dietro la Zonda HP Barchetta, ma a ispirarla è stato anche un nuovo business. Si chiama Uno di Uno e si occupa di realizzare degli esemplari unici (one-off), per i clienti che non accontentano dei già altissimi livelli di personalizzazione offerti dalla Pagani “standard”. Da questo punto di vista, anche la scelta della Zonda e non della Huayra assume contorni ben precisi: dimostrare che si può dare seconda vita a un modello “vecchio” potrebbe stuzzicare la fantasia di qualche facoltoso appassionato, a beneficio del fatturato della Pagani.

Autore:

Tag: Curiosità , Pagani , auto italiane , auto storiche


Top