dalla Home

Eventi

pubblicato il 11 marzo 2008

Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2008

Emozioni sul Lago di Como

Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2008
Galleria fotografica - Villa d'Este 2007: i vincitoriGalleria fotografica - Villa d'Este 2007: i vincitori
  • Villa d\'Este 2007: i vincitori - anteprima 1
  • Villa d\'Este 2007: i vincitori - anteprima 2
  • Villa d\'Este 2007: i vincitori - anteprima 3
  • Villa d\'Este 2007: i vincitori - anteprima 4
  • Villa d\'Este 2007: i vincitori - anteprima 5
  • Villa d\'Este 2007: i vincitori - anteprima 6

L'annuale appuntamento con il Concorso d'Eleganza di Villa d'Este, in programma dal 25 al 27 aprile prossimi nella prestigiosa cornice di una delle più belle ville del Lago di Como, sarà l'occasione per ammirare le più prestigiose vetture da collezione della storia dell'automobilismo, tirate a lucido per sfoggiare tutto il loro splendore e "sonante" preziosità.

BMW è partner dell'evento dal 1999 e per quest'anno ha in serbo, come tradizione, grandi cose: ricorrerà, infatti, il trentesimo compleanno della BMW M1, per il quale si attende la presenza di numerosi esemplari riuniti per un eccitante raduno commemorativo. Verrà anche presentata al pubblico, dopo la passerella del Salone di Ginevra, la nuova Rolls-Royce Phantom Coupé, il quarto modello della gamma.

50 capolavori
Ma, ovviamente, il tema della manifestazione non potrà che essere focalizzata sulle automobili più belle di tutte le epoche. Cinquanta gioielli a quattro ruote animeranno il concorso sfoggiando la loro unicità, la loro eleganza, il loro elevatissimo valore collezionistico, caratteristiche che celebreranno per un intero weekend la presenza di un piccolo "museo delle emozioni automobilistiche" a cielo aperto.

QUALCHE ASSAGGIO
Tra le vedette del Concorso si segnala presenza di alcuni "pezzi" da non perdere:

ATS 2500: l'Ingegner Carlo Chiti è stato, a cavallo degli anni 50 e 60, uno degli ultimi fondamentali nella storia della Ferrari, progettista della 156 F1 "naso di squalo", una delle prime Ferrari F1 a motore centrale, con cui Phil Hill vinse il campionato del mondo del '61. Nello stesso anno Carlo Chiti lasciò Maranello per forti contrasti con Enzo Ferrari e decise di cominciare una carriera autonoma come costruttore. Al Salone di Parigi del '63 presentò la sua creatura, l'ATS 2500, una coupé a motore centrale da 2.5 litri di cilindrata progettata di concerto con Franco Scaglione. Ma l'ATS non era destinata a diventare un successo commerciale; solo pochissimi esemplari uscirono dalla fabbrica di automobili ATS prima che questa chiudesse definitivamente i battenti.

Ferrari 166 MM Touring Berlinetta: Il Conte Giannino Marzotto acquistò la Ferrari 166 MM da Enzo Ferrari. Presentata al Salone dell'Auto di Ginevra del 1950 sarebbe stata l'arma di Marzotto per la Mille Miglia di quell'anno. Tuttavia non essendone soddisfatto appieno, Ferrari gli mise a disposizione il nuovo motore V12 Tipo 195 progettato da Gioachino Colombo. Il risultato fu uno straordinario successo: la coppia Marzotto - Crosara vinse la Mille Miglia 1950 con l'auto n.724. In seguito, l'esemplare fu esposto al Salone dell'Auto di Torino. Raymond Sommer era stato meno fortunato nella Le Mans del 1950, Marzotto riuscì a vincere, sempre nel 1950, la 3 Ore di Roma. Verso la fine degli anni Cinquanta fu utilizzata in piccole gare negli Stati Uniti.

Mercedes-Benz 540 K Autobahnkurier: acclamata come una delle Mercedes più preziose dell'intera storia produttiva della Casa di Stoccarda, la 540K in versione Autobahnkurier fu allestita sul finire degli Anni 30 con carrozzeria aerodinamica. Solo due esemplari hanno visto la luce e oggi, quello presente a Villa d'Este è l'unico sopravvissuto. Nel 1938 questo modello fu acquistato da Ignacio Barraquer e rimase di proprietà della famiglia fino al 2004. L'Autobahnkurier venne poi acquistata da Deborah e Arturo Keller e in seguito completamente restaurata prima di essere ripresentata nel 2006. Settanta anni dopo la sua anteprima mondiale, la Mercedes-Benz 540 K Autobahnkurier riappare in Europa.

Dino 206 S Competizione Pininfarina: fu presentata per la prima volta al al Salone dell'Auto di Francoforte del 1967. Allestita sulla base dello chassis della Ferrari 206S, rimase nella collezione Pininfarina fino al 2007, ossia più di quarant'anni. L'appassionato delle Ferrari James Glickenhaus (felice possessore della straordinaria Ferrari P 4/5, sorta di 330 P4 del nuovo millennio prodotta in esemplare unico su meccanica Ferrari Enzo, riuscì ad acquistare questo esemplare unico e, in qualità di primo proprietario, presenterà l'auto completamente restaurata sul Lago di Como.

ORARI DEL CONCORSO
Dopo l'inaugurazione di sabato aperta agli invitati, la domenica il Concorso offre a tutti gli appassionati un'altra occasione per ammirare queste auto da sogno nel vicino parco di Villa Erba. Oltre ai modelli già esposti il giorno precedente, il pubblico potrà vedere numerose altre prestigiose auto classiche nell'ambito di speciali mostre parallele. Il biglietto d'ingresso a Villa Erba, a Cernobbio sul Lago di Como, costa 10 euro (intero), 20 euro (famiglie) o 8 euro (ridotto).

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Eventi , Bmw , sponsorizzazioni , VIP , concorsi


Top