dalla Home

Novità

pubblicato il 16 agosto 2017

Aston Martin Vanquish Zagato, arrivano Speedster e Shooting Brake

Si affiancano alla Coupé e alla Volante e completano la serie speciale offerta in tiratura limitata

Aston Martin Vanquish Zagato, arrivano Speedster e Shooting Brake
Galleria fotografica - Aston Martin Vanquish Zagato Speedster e Shooting BrakeGalleria fotografica - Aston Martin Vanquish Zagato Speedster e Shooting Brake
  • Aston Martin Vanquish Zagato Speedster e Shooting Brake - anteprima 1
  • Aston Martin Vanquish Zagato Speedster e Shooting Brake - anteprima 2
  • Aston Martin Vanquish Zagato Speedster e Shooting Brake - anteprima 3
  • Aston Martin Vanquish Zagato Speedster e Shooting Brake - anteprima 4
  • Aston Martin Vanquish Zagato Speedster e Shooting Brake - anteprima 5
  • Aston Martin Vanquish Zagato Speedster e Shooting Brake - anteprima 6

Non c’è due senza tre. E quattro. Così, dopo le fantastiche Aston Martin Vanquish Zagato Coupé e Volante, è il turno della Speedster e della Shooting Brake, che debuttano alla Monterey Car Week californiana e arricchiscono e completano la "famiglia" della supercar ideata dalla Casa inglese insieme al carrozziere italiano. Un progetto esclusivo, a partire dal numero di esemplari prodotti: 28 per la Speedster e 99 Shooting Brake, stesso numero di Coupé e di Volante.

La Speedster è per pochi fortunati

Rispetto alla Volante da cui deriva, la Speedster perde i due sedili posteriori, diventando così una "due posti secchi". Al loro posto, due nuove pinne che integrano i roll bar e che ricordano le gobbe sul tetto tipiche dei modelli firmati Zagato. E, ovviamente, anche queste sono realizzate in fibra di carbonio, così come tutto il resto della carrozzeria. Non è cambiato niente per quanto riguarda il motore, derivato dalla Vanquish S: è il V12 da 5,9 litri capace di erogare 603 CV, per una velocità massima che supera i 320 km/h e uno 0-100 coperto in appena 3,5 secondi. Vi siete convinti a ordinarla? Purtroppo è tardi: tutti i 28 esemplari sono già stati venduti e le consegne iniziano nel 2018.

Shooting Brake: più spazio, ma solo per due

La quarta versione della Aston Martin Vanquish Zagato, la Shooting Brake, non è meno appariscente: il tetto scende deciso verso la coda appuntita e, complici le fiancate muscolose, il look è davvero molto aggressivo. Non fatevi ingannare però, perché nonostante la carrozzeria da "giardinetta", i posti restano solamente due, a vantaggio della capacità di carico posteriore ottimizzata da un set di valigie personalizzato e pensato per sfruttare al meglio lo spazio. E, come lecito aspettarsi su un’auto di questo livello, il portellone posteriore è elettrico. Il tetto presenta la doppia gobba e una speciale struttura in vetro che lascia entrare la luce nell’abitacolo. La produzione della Shooting Brake inizia nel 2018.

Autore:

Tag: Novità , Aston Martin , auto inglesi , serie speciali


Top