dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 14 agosto 2017

Infiniti Prototype 9, il concept del passato a Pebble Beach

I designer hanno immaginato un’ipotetica auto da corsa anni '40, quando il marchio non esisteva

Infiniti Prototype 9, il concept del passato a Pebble Beach
Galleria fotografica - Infiniti Prototype 9Galleria fotografica - Infiniti Prototype 9
  • Infiniti Prototype 9 - anteprima 1
  • Infiniti Prototype 9 - anteprima 2
  • Infiniti Prototype 9 - anteprima 3
  • Infiniti Prototype 9 - anteprima 4
  • Infiniti Prototype 9 - anteprima 5
  • Infiniti Prototype 9 - anteprima 6

Semplificando, una Casa automobilistica vive delle auto del presente, immagina quelle del futuro e ricorda quelle del passato. E se una storia non c’è, o comunque è breve? Ce la si inventa. E’ proprio questa l’operazione fatta da Infiniti a Pebble Beach 2017 (che inizia domani) con la Prototype 9. Un modello da corsa anni Quaranta, mai esistito perché il marchio giapponese nasce nel 1989, ma con il meglio della tecnologia del presente e del futuro di Nissan: quella elettrica.

Nel dettaglio, la trazione è fornita da un motore e da un pacco batterie dell’Advanced Powertrain Department, tutto ovviamente gestito dall’elettronica. La carrozzeria? E’ stata realizzata come facevano i battilastra tanto tempo fa: battendo, appunto, il metallo a mano. Un contrasto molto affascinante. La Prototype 9 mostra anche un legame con la Prince Motor Company e, più precisamente, la Prince R380 che nel 1965 ottiene diversi record e nel 1966 vince il Gran Premio del Giappone sul circuito del Fuji. Proprio Prince Motor Company viene considerato come il primo brand premium giapponese e, da Infiniti, come il proprio antenato diretto.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Infiniti , auto giapponesi , Pebble Beach


Top