dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 11 agosto 2017

Mercedes-AMG GT Sedan, la coupé sotto mentite spoglie

Più larga e cattiva della CLS, avrà il motore V8 biturbo 4.0 e un ibrido da oltre 800 CV

Mercedes-AMG GT Sedan, la coupé sotto mentite spoglie
Galleria fotografica - Mercedes-AMG GT Sedan, il renderingGalleria fotografica - Mercedes-AMG GT Sedan, il rendering
  • Mercedes-AMG GT Sedan, il rendering - anteprima 1
  • Mercedes-AMG GT Sedan, il rendering - anteprima 2
  • Mercedes-AMG GT Sedan, il rendering - anteprima 3
  • Mercedes-AMG GT Sedan, il rendering - anteprima 4
  • Mercedes-AMG GT Sedan, il rendering - anteprima 5
  • Mercedes-AMG GT Sedan, il rendering - anteprima 6

All’apparenza può sembrare inspiegabile che la Mercedes crei una rivalità in casa fra le berline sportive CLS e AMG GT Sedan. A maggior ragione sapendo che è stata proprio la casa tedesca a rilanciare questa categoria, anticipando con la CLS del 2004 modelli come le Aston Martin Rapide e Porsche Panamera. Eppure la strategia pare molto ben studiata, se è vero che i modelli avranno due sfumature differenti: la CLS resterà quella di sempre, ovvero una berlina elegante ma non sobria come la Classe E, mentre la GT Sedan avrà caratteristiche votate alla sportività e motori di potenza superiore. L’impronta emerge dalla nostra ricostruzione digitale, che abbiamo basato sugli esemplari di prova e sulla concept car mostrata allo scorso Salone di Ginevra: l’auto sarà molto filante, ben piazzata a terra e con dettagli ripresi dalla coupé AMG GT.

Se due porte non sono di troppo

La AMG GT Sedan punta infatti ad essere considerata una vera sportiva a quattro porte, e non “soltanto” una quattro porte sportiva come le principali concorrenti. Il nostro bozzetto fa trasparire questo approccio: la Mercedes-AMG GT Sedan ha un cofano anteriore molto arcuato, prese d’aria laterali ispirate alle coupé e una linea del tetto molto sinuosa, che dà origine a un posteriore solido e compatto, simile anche in questo caso alla due porte. Le dimensioni dell’auto saranno generose, al pari della concept car: la lunghezza dovrebbe attestarsi intorno a 5,05 metri, la larghezza sarà maggiore di 2,00 metri e l’altezza resterà nell’ordine del metro e 40 centimetri. La GT Sedan sarà quindi più massiccia della Panamera e avrà una maggiore presenza sull’asfalto, complice la larghezza superiore (+6 cm sulla AMG GT Sedan) e l’altezza inferiore (-2 cm).

Il V8 biturbo sarà anche ibrido

La berlina della Mercedes dovrebbe adottare una versione evoluta e aggiornata della base meccanica in uso per la Classe E, a trazione posteriore o integrale, la stessa che verrà ripresa anche dalla CLS. Le differenze però saranno molto più accentuate a livello di motori: la AMG GT Sedan dovrebbe adottare il motore V8 4.0 biturbo e un ibrido ad alte prestazioni simile a quello del prototipo, mentre la CLS si dovrà “accontentare” anche di motori a gasolio e di alcuni benzina dalla potenza minore. Il 4.0 dovrebbe sviluppare circa 600 CV e l’ibrido oltrepasserà gli 800, stando alle informazioni più recenti, complice la presenza di un motore elettrico aggiuntivo oltre al 4.0 biturbo. L’accelerazione 0-100 km/h dell’ibrida sarà nell’ordine dei 3 secondi. La Mercedes-AMG GT Sedan dovrebbe esordire a settembre 2018 e arriverà nei concessionari ad inizio 2019.

Autore: Redazione

Tag: Anticipazioni , Mercedes-Benz , auto europee , rendering


Top