dalla Home

Attualità

pubblicato il 10 marzo 2008

Petrolio: 200 Dollari al barile entro il 2012?

Le previsioni di Goldman Sachs

Petrolio: 200 Dollari al barile entro il 2012?

La situazione non è delle migliori sul fronte carburanti. Il dollaro vale oltre 1,5 euro (almeno questo fa la felicità dei turisti che intendono volare oltre oceano), molte economie mondiali stanno segnando il passo (tra cui la stessa economia americana), i mercati finanziari soffrono le incertezze del debito nel comparto del credito. Altre economie (indiana, cinese..) non frenano la loro (vertiginosa) crescita. E la questione petrolio va verso un inasprimento senza fine. Di fronte all'incertezza che colpisce il barile il prezzo non può che salire. Spinto in alto anche dalla speculazione finanziaria che punta al rialzo continuo delle quotazioni del greggio.

Secondo la banca d'affari Goldman Sachs nel 2008 il prezzo medio del barile sarà pari a 95 dollari, 105 dollari nel 2009, 110 del 2010. Ma, secondo le previsioni più pessimistiche, non sarebbe anacronistico uno scenario in cui il prezzo possa raggiungere 135 dollari il barile. Peggio ancora: l'offerta sembra diminuire ( ne è la conferma la riunione dell'Opec della scorsa settimana dove la produzione è rimasta invariata) e la domanda da parte di paesi non appartenenti all'OECD (l'Organizzazione Mondiale per la Cooperazione e lo Sviluppo) potrebbe far schizzare i valori fino a 200 dollari per un barile di greggio. Secondo Goldman, fino a quando le previsioni su un arco temporale ampio porteranno a ritenere che la domanda cresca, il prezzo dell'oro nero seguirà a ruota.

Con la conseguenza di creare tensione e malcontento. In Italia, l'inflazione cresce, le "stangate" sulle bollette di luce e gas sono dietro l'angolo (nuovi aumenti previsti nei prossimi mesi secondo il centro studi Nomisma), il mercato dell'auto rallenta e il prezzo della benzina è tale da paventare una situazione allarmante: siamo vicini a pagare 3.000 Lire per un litro di verde. L'unico sorriso è quello dell'erario: aumentando il prezzo, aumentano le entrate stante il forte peso delle tasse su ogni litro alla pompa.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Attualità


Top