dalla Home

Attualità

pubblicato il 7 agosto 2017

Luigi Di Maio in Sicilia promuove in tour l’auto elettrica [VIDEO]

Il M5S corre per aggiudicarsi la Regione con una propaganda a zero emissioni su Nissan e-NV200 Evalia

Luigi Di Maio in Sicilia promuove in tour l’auto elettrica [VIDEO]
Galleria fotografica - Nissan e-NV200 EvaliaGalleria fotografica - Nissan e-NV200 Evalia
  • Nissan e-NV200 Evalia - anteprima 1
  • Nissan e-NV200 Evalia - anteprima 2
  • Nissan e-NV200 Evalia - anteprima 3
  • Nissan e-NV200 Evalia - anteprima 4
  • Nissan e-NV200 Evalia - anteprima 5
  • Nissan e-NV200 Evalia - anteprima 6

La mobilità elettrica inizia a dominare la campagna elettorale. Succede in Sicilia, dove i primi di novembre si terranno le elezioni per il nuovo Governatore della Regione ed il Movimento 5 Stelle ha fatto dell’auto elettrica uno dei suoi principali cavalli di battaglia. A parlarne in un video su Facebook è il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio che sabato scorso è partito da Marina di Ragusa per un tour (chiamato #aTuttaSiciliatour) che entro ottobre toccherà molti comuni della Sicilia e vedrà il candidato alla presidenza della Regione, Giancarlo Cancelleri, girare spiagge e piazze insieme anche al deputato Alessandro Di Battista. Dopo Marzamemi (6 agosto), Acitrezza (7 agosto), Giardini Naxos (8 agosto), Patti (9 agosto) e Sant'Agata di Militello (10 agosto) il viaggio si concluderà a fine agosto nel palermitano e sarà tutto a zero emissioni visto che i veicoli scelti sono elettrici. Si tratta di Nissan e-NV200 Evalia (in allestimento Visia), che la casa giapponese ha fornito al M5S confermando la sua attenzione alle istituzioni e alle politiche a sostegno delle auto a zero impatto ambientale (gli esempi da citare sarebbero tantissimi, come i taxi Nissan Leaf Enel Edition a Firenze o la Leaf data alla Sindaca di Torino). In questo video Luigi Di Maio si limita a descrivere come va su strada, quali sono le sue caratteristiche e come funziona un’auto elettrica in parole molto semplici, per raggiungere l’elettorato più vasto.

Come va l’auto elettrica secondo Di Maio

Al di là delle intenzioni politiche, è interessante vedere come nel video Luigi Di Maio spiega il funzionamento di un’auto elettrica al grande pubblico. Non usa mai tecnicismi e anzi semplifica il funzionamento della vettura a partire dal meccanismo di ricarica. Tra le principali sfide di questo tour in elettrico c’è la volontà di dimostrare che è possibile percorrere tanti chilometri senza troppi problemi per la ricarica. Certo l’infrastruttura è carente, ma Di Maio spiega che i mezzi vengono ricaricati di notte e ricorda come durante il giorno, mentre si è su strada, si può ricaricare la batteria con uno stile di guida adeguato (ad esempio sfruttando la modalità B del cambio in determinate condizioni per massimizzare la ricarica).

L’obiettivo politico: 1 milione di auto elettriche in 5 anni

Alla base di questo viaggio c’è la volontà politica di spingere su una nuova mobilità, quella condivisa (del car sharing e del car pooling), ma prima di tutto elettrica e meno legata ai combustibili fossili. Le ragioni elencate da Di Maio sono due: l'ambiente e la filiera ovvero i posti di lavoro in nuove tecnologie, promuovendo in particolare le start up e quindi l’impiego giovanile. Se il M5S arriverà al Governo, dice Di Maio, l’obiettivo sarà arrivare a 1 milione di auto elettriche in circolazione entro 5 anni. Per arrivarci il movimento pensa a degli incentivi simili a quelli utilizzati negli Stati Uniti per realtà imprenditoriali come Tesla Motors. "Io voglio vedere il governo italiano che investe in questo settore - dice Di Maio -. Investe in nuove tecnologie legate alla ricerca e allo sviluppo della mobilità elettrica, anche nel trasporto pubblico elettrico”. E poi cita Fiat, che al momento non ha modelli elettrici (se non la 500e negli USA).

Fonti di energia tutte da cambiare

In Italia “oggi si spendono ancora 13 miliardi di euro all'anno in incentivi al carbone e al petrolio”, sostiene Di Maio. L’obiettivo politico promesso dal suo Movimento è quello di incentivare le fonti di energia rinnovabile, riconvertendo il modello energetico italiano ancora oggi troppo legato ai combustibili fossili. Anche qui l’auto elettrica è ritenuta fondamentale. Di Maio cita il progetto sviluppato da Enel e Nissan che riguarda il sistema Vehicle-To-Grid (V2G). Con questo sistema le auto a batteria diventano delle sorta di “centrali mobili” capaci di accumulare e rimettere in rete l’energia non utilizzata (il tutto avviene grazie alle nuove tecnologie per la gestione bidirezionale della carica).

Il discorso di Di Maio sull’auto elettrica è quindi stato completo al 100% riguardando industria, mobilità e fonti di energia. Di sicuro però non rimarrà isolato, c’è da aspettarsi, infatti, che nei prossimi mesi altri partiti metteranno al centro della campagna elettorale le emissioni zero. Staremo a vedere, da parte nostra continueremo a monitorare i vari programmi.

Scheda Versione

Nissan e-NV200 Evalia
Nome
e-NV200 Evalia
Anno
2014
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
Multispazio
Porte
5 porte
Motore
elettrica
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Attualità , Nissan , auto elettrica


Listino Nissan Evalia

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
Visia anteriore elettrico 109 0 5 € 37.361

LISTINO

Acenta anteriore elettrico 109 0 5 € 39.311

LISTINO

Tekna anteriore elettrico 109 0 5 € 39.811

LISTINO

 

Top